T.wai - Torino World Affairs Institute

T.wai - Torino World Affairs Institute

Commenti

Organizzati con la cura scientifica di T.wai, i Business Days sono un appuntamento di livello internazionale, dedicato alle imprese interessate a conoscere in modo approfondito i 10 paesi del Sud-Est asiatico membri dell’ASEAN.

La sessione plenaria del 29 novembre 2021 si è svolta in modalità ibrida a Torino presso Palazzo Madama, con la partecipazione di relatori ed esperti di alto livello, dal mondo della diplomazia a quello della rappresentanza imprenditoriale. Le imprese iscritte alla conferenza hanno poi avuto l'opportunità di unirsi a specifiche sessioni B2B, svoltesi nei giorni successivi:
🇨🇳 “Dalla fondazione della Repubblica popolare nel 1949, il Partito comunista cinese ha dovuto affrontare la realtà di un'economia arretrata e dilaniata dalla guerra, con la necessità di costruire l'intera base industriale.

Fin dall'inizio, il marxismo in è stato infatti afflitto da un problema chiave: la mancanza di industrializzazione. Proprio ciò che Marx ed Engels ritenevano essere il punto di partenza dell'attività rivoluzionaria”.

Shaun Breslin (Warwick University) e Giuseppe Gabusi (T.wai & Università degli Studi di Torino) nel nuovo numero di :
🇲🇲 “La comunità internazionale è distratta. Da un lato c'è il caso ucraino che coinvolge direttamente la Nato, e quindi gli Stati Uniti e l’Europa; dall’altro sta attraversando un momento di fortissime tensioni con la Cina che, volenti o nolenti, è l’unico attore che potrebbe essere coinvolto in maniera efficace per un impatto sulla situazione in Myanmar.”

Il commento di Giuseppe Gabusi (T.wai & Università di Torino) sulla crisi in a Radio Radicale:
🇨🇳 “Un efficace controllo sulle proprie Forze armate è di fondamentale importanza per qualsiasi regime, specialmente per quelli autoritari. Se non fosse stato in grado di assicurarsi il “comando sul fucile”, difficilmente il Partito comunista cinese avrebbe celebrato nel 2021 il centesimo anniversario della sua fondazione.

Eppure, nonostante l’importanza del tema, la letteratura sulle relazioni tra civili e militari in continua a caratterizzarsi per un inadeguato livello di teorizzazione”.

Simone Dossi (T.wai & Università degli Studi di Milano) e Andrea Ghiselli (T.wai & Fudan University) avanzano nuove proposte per la futura ricerca delle relazioni tra civili e militari nella Repubblica popolare cinese sull’ultimo numero di :
🇹🇭 “Higher education industry will play a pivotal role in upskilling the current and future workforce and transforming ’s economy into an authentic ‘digital’ and ‘smart’ nation.”

Read our latest by Pietro Borsano (Chulalongkorn School of Integrated Innovation):
Hai Instagram? Scopri il nostro nuovo profilo!

👉 http://instagram.com/twai_torino/
I Culture Days sono un’iniziativa di approfondimento degli scenari culturali, politici ed economici dei paesi del Sud-Est asiatico.

Tenutisi a Torino a partire dal 29 novembre 2021, hanno previsto un ciclo di seminari e una mostra fotografica dedicata presso il MAO Museo d'Arte Orientale di Torino, aperta al pubblico fino al 1 maggio 2022.

Per maggiori informazioni: www.twai.it/event/toasean-culture-days-2021/
🇪🇺 “An interregional trade deal between and the might put both partners at an advantage in terms of political and legal opportunities. A regional agreement would not only make a generally positive contribution to the liberalisation of world trade, but would also benefit the European companies and investors participating in a common economic and regulatory framework in ASEAN.”

Read our latest Snapshot, by Raimondo Neironi (T.wai & University of Turin):
🇨🇳 Fondato nel 1921 in una fase di debolezza strutturale e profonda trasformazione della , il Partito comunista cinese guida oggi la seconda economia mondiale e si dispone a proiettare l’“approccio cinese” quale formula di governance efficace anche oltre i confini nazionali.

Per il centenario del Pcc, il nuovo numero di OrizzonteCina ospita contributi originali che prendono in esame l’evoluzione della Lega giovanile comunista, le relazioni tra civili e militari, la contraddizione primaria della political economy della Rpc e le tensioni ideologiche sviluppatesi durante i primi anni dalla fondazione del Partito.

Oltre alle consuete rubriche a cura del Comitato Editoriale, dedicate alla via cinese alla blockchain, alla fenomenologia del politicamente corretto, e alla recensione del volume “Una Cina perfetta”, questo numero presenta un’importante novità: la rubrica “中华老诤友 - Tra le righe”, in cui il linguaggio politico cinese viene analizzato da sinologi che affrontano con gli strumenti dell’analisi critica del discorso alcuni fondamentali documenti ufficiali della Rpc.

Promosso da T.wai, l’ultimo numero di , “I 100 anni del Partito comunista cinese”, è ora gratuitamente consultabile online.

👉https://www.twai.it/journal/orizzontecina-12-1/
🇨🇳 “Il rafforzamento del ruolo della Lega giovanile comunista nel settore del welfare mostra come questa sia concepita come una precondizione essenziale per plasmare una nuova immagine dell’organizzazione. Ne aumenta l’attrattiva, la capacità di interazione con i giovani e la presenza all’interno della società civile, e guida così la gioventù verso precise forme di partecipazione civica”.

Sofia Graziani (Università degli Studi di Trento) presenta sul nuovo numero di l’evoluzione della Lega giovanile comunista, componente essenziale del sistema politico e istituzionale della :
In quest’epoca di pandemia da COVID-19, la ha dovuto affrontare dure ripercussioni in termini non solo sanitari, ma anche politici. Le proteste montate nel Paese due anni fa, e tuttora in corso, invocano le dimissioni del Premier Prayut Chan-o-cha e una riforma della monarchia. Sono stati così messi in discussione i due pilastri fondativi della società thailandese: la figura del re, “padre della nazione”, e le Forze armate, custodi dell’ordine fondato sulla commistione di miti storici ed elementi buddisti.

👉 A partire dalla recente uscita dell’ultimo numero della rivista RISE, Giuseppe Bolotta (Università Ca’ Foscari Venezia) discute il suo contributo e analizza i più recenti sviluppi delle proteste contro il governo in Thailandia. Conduce la discussione Raimondo Neironi (T.wai & Università di Torino).

👉 La registrazione dell’evento sarà poi disponibile sul nostro canale YouTube: https://bit.ly/3dQuReI

Italian think tank focused on:
‣ Contemporary China
‣ South-East Asia
‣ Human Security Our research agenda is structured around three programs: Global China, Asia Prospects and Violence & Security.

Normali funzionamento

25/11/2022

Il 18 novembre, nel corso di una cerimonia ibrida svoltasi a Roma e Pechino, il Hub dell'Università degli Studi di Torino, la Peking University e la China Development Research Foundation hanno rinnovato l'accordo istitutivo del China–Italy Philanthropy Forum, dando avvio al triennio di lavoro 2022-2025. Dopo il primo triennio 2019-2021, le parti hanno dato continuità all'impegno comune nella condivisione delle migliori pratiche filantropiche tra esponenti dei sistemi filantropici italiano e cinese, azioni filantropiche congiunte nei due paesi e iniziative in paesi terzi.

Il co-presidente onorario del Forum per la parte italiana, Romano Prodi, sottolinea la concretezza e l'orizzonte europeo dell'azione del Forum: "Nelle lettere di rallegramento che ho avuto l'onore di ricevere da parte dei Presidenti Sergio Mattarella e Xi Jinping emerge il forte auspicio per uno sviluppo positivo nei rapporti tra i nostri popoli, nonostante il difficile scenario internazionale. Il Presidente cinese ha posto l'accento sull'urgenza di rispondere insieme alle sfide globali e a questo obiettivo intendiamo concorrere attraverso i progetti del Forum, verso cui il Presidente Mattarella ha voluto esprimere vivo incoraggiamento".

http://www.unitonews.it/index.php/it/news_detail/rinnovato-il-partenariato-filantropico-italia-cina

21/11/2022

Carla Vitantonio sarà relatrice del seminario “Non me lo aspettavo. Vita da cooperante nel secolo XXI”. Introduzione di Stefano Ruzza.

📅 Domani, martedì 22 novembre, a partire dalle ore 12.
📍 Aula E3 del Campus Luigi Einaudi (Torino).

Photos from T.wai - Torino World Affairs Institute's post 18/11/2022

Per autorevolezza e indipendenza, il è la fonte di riferimento internazionale riguardo a dati e analisi su armamenti, disarmo e sicurezza globale.

Nella sintesi italiana del 2022, curata da T.wai per SIPRI, sono indicate le principali informazioni riguardo a:
• Conflitti armati e gestione del conflitto nel mondo;
• Spesa militare, trasferimenti internazionali di armi e sviluppi nella produzione di armi;
• Forze nucleari nel mondo;
• Controllo delle armi nucleari;
• Minacce chimiche e biologiche alla sicurezza;
• Controllo delle armi convenzionali;
• Tecnologie dual-use e controllo del commercio di armi.

Leggilo gratuitamente sul nostro sito: www.twai.it/journal/sipri-yearbook-2022/

Il Giappone nell'Indo-Pacifico | T.wai 15/11/2022

Il Giappone nell'Indo-Pacifico | T.wai

🇯🇵 Negli ultimi anni, sempre più governi e istituzioni hanno guardato all’Indo-Pacifico, una regione socialmente costruita raggruppando alcuni Paesi dell’Asia Meridionale, Asia orientale, Oceania e America del Nord. I leader della regione hanno approntato strategie, concetti e visioni che ruotano essenzialmente attorno a tre parole-chiave: sicurezza, prosperità e cooperazione.

In questo contesto di ampia riflessione strategica, il da oltre un decennio ha sviluppato una visione inclusiva di un Indo-Pacifico “libero”, “aperto” e basato su un ordine regolato da norme, principi e valori condivisi.

Scopri l'ultimo numero della nostra rivista , ora disponibile gratuitamente sul nostro sito:

Il Giappone nell'Indo-Pacifico | T.wai Negli ultimi anni, sempre più governi e istituzioni hanno guardato all’Indo-Pacifico, una regione socialmente costruita raggruppando alcuni Paesi dell’Asia Meridionale, Asia orientale, Oceania e America del Nord. Dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, dall’Unione Europea all’ASEAN, i decisor...

11/11/2022

Check out the new report based on the event "Worse than the Cold War? Euro-Mediterranean Perspectives on Sino-American Rivalry", held on October 17 at the John Cabot University.

Download the report 👉 https://bit.ly/3TqaOpN

Full recording of the event 👉 https://www.youtube.com/watch?v=iy0hP2Q-CPE

Quale futuro per l’Indo-Pacifico? Risposte regionali alla rivalità sino-statunitense 09/11/2022

Quale futuro per l’Indo-Pacifico? Risposte regionali alla rivalità sino-statunitense

“Oggi, la sfiducia non è più appannaggio esclusivo dei governi, ma si è diffusa in maniera capillare nell’opinione pubblica. Un’indagine svolta dal Pew Research Center nel 2020 mostra che, a seguito dello scoppio della pandemia, le opinioni sfavorevoli sulla Cina hanno raggiunto picchi storici in molti Paesi.”

La sintesi della lezione di Liang Yabin (Scuola centrale del Partito comunista cinese) per la TOChina Summer School 2022 è ora pubblicata online dal magazine di Treccani:

Quale futuro per l’Indo-Pacifico? Risposte regionali alla rivalità sino-statunitense   Nel 2015, durante un’intervista, il giornalista del Wall Street Journal Jerry Seib chiese a Barack Obama di spiegare alla classe lavoratrice americana perché gli Stati Uniti dovevano aderire alla Trans-Pacific Partnership (TPP), un accordo commerciale a guida americana tra i Paesi dell’A...

Ep.5 - Le famiglie che tengono sotto scacco le Filippine 08/11/2022

Ep.5 - Le famiglie che tengono sotto scacco le Filippine

“La Costituzione recita che la politica filippina non deve più fondarsi sulle oligarchie familiari, quindi non cita i Marcos o i Duterte in particolare. In realtà, il legislatore ha mancato di approvare delle normative che andassero a soddisfare la clausola sulle dinastie familiari contenuta nella Costituzione.

Dirò di più: durante la campagna elettorale del 2016, Rodrigo Duterte si presentò davanti agli elettori dicendo che lui sarebbe stato il primo futuro presidente a sconfiggere le dinastie familiari nelle Filippine. Peccato che, dopo il 2016, lui sia stato il precursore di una nuova dinastia familiare nel Mindanao.”

Raimondo Neironi (T.wai & Università di Bologna) interviene nel podcast di Chora Media:

Ep.5 - Le famiglie che tengono sotto scacco le Filippine Il nuovo presidente delle Filippine è Bongbong Marcos, la vice presidente è Sara Duterte. Hanno stra

07/11/2022

🌍 EU VOICES SEMINAR 🌍🇪🇺

A New Role for Germany in the EU? The Policy Of the Scholz Government
Speaker: Jakob Lempp
Rhein-Waal University of Applied Sciences, Germany

⏰The lecture will be held in Room A2, Campus Luigi Einaudi (University of Turin) on Monday, November 7 from 6 to 8 PM.

🔵Visit also our website

07/11/2022

🌍 EUROPE FROM OUTSIDE SEMINAR 🌍
Ukraine's EU Integration: Perspectives and Scenarios for a Long Way Home
Speaker: Victoria Vdovychenko
Borys Grinchenko Kyiv University, Ukraine

📆The lecture will be held in Aula Magna, Campus Luigi Einaudi (University of Turin) on Monday, 7 November from 12 to 2 PM⏰

🔔Visit also our website for more info

Photos from T.wai - Torino World Affairs Institute's post 03/11/2022

If you are based in Torino, don't miss these new seminars by Region Europe:

• 3 November (12 - 2 PM): “A Hybrid Regime in the EU: the Rise of Authoritarianism in Hungary in the Shadow of War”, with András Bozóki
• 4 November (9 - 11 AM): “Lithuania in the EU: Pace-Setter in the Efforts to Decouple from Autocracies?”, with Ramūnas Vilpišauskas

More information at: www.regioneurope.eu/news-events

31/10/2022

🇪🇺 Marco Bresolin (La Stampa) will be the speaker for the seminar "Informing About the EU: Challenges and Consequences" of Region Europe.

More information on the upcoming events by Region Europe are available at: http://regioneurope.eu/news-events

Tutta la città ne parla | Porti europei in mano ai cinesi? | Rai Radio 3 | RaiPlay Sound 31/10/2022

Tutta la città ne parla | Porti europei in mano ai cinesi? | Rai Radio 3 | RaiPlay Sound

“Questa consapevolezza ci porta su una posizione molto diversa da quella che, per fare un esempio, gli stessi Stati Uniti hanno avuto fino a pochi anni fa, quando veniva esplicitato che una prospera era nell’interesse degli , e quindi per estensione anche nostro, come europei, azionisti di minoranza di questo ordine internazionale. Adesso la posizione – e c’è un altro fatto politico importante di questi mesi: la pubblicazione della nuova strategia di sicurezza nazionale degli Stati Uniti – colloca la Cina al vertice delle minacce percepite da Washington per la posizione egemonica USA.”

Il commento di Giovanni B. Andornino (T.wai & Università di Torino) durante la trasmissione La Città Radio3 [minuto 21:22]:

Tutta la città ne parla | Porti europei in mano ai cinesi? | Rai Radio 3 | RaiPlay Sound Porti europei in mano ai cinesi? - Tutta la città ne parla - Dopo il Pireo, Haifa, e alcuni porti italiani come Genova, Livorno, Venezia, Napoli, il colosso cinese Cosco entra nel porto di Amburgo, uno dei più importanti d'Europa. Come sta cambiando il trasporto merci, già messo a dura prova dall...

Le relazioni sino-russe dalla guerra fredda a oggi 28/10/2022

Le relazioni sino-russe dalla guerra fredda a oggi

“L’accordo di cooperazione e amicizia firmato da e il 4 febbraio 2022, infatti, pur comprendendo alcuni elementi ideologici, si basa soprattutto su una comune narrazione antiamericana e sul rifiuto dell’egemonia culturale e politica occidentale. Si tratta di premesse ben lontane dalle sovrastrutture ideologiche su cui si fondavano le relazioni sino-sovietiche: sia in politica estera che interna, l’adesione al blocco comunista richiedeva un alto grado di coordinamento, che aveva profonde implicazioni su tutti gli aspetti della vita politica dei due Paesi.”

“Le relazioni sino-russe dalla guerra fredda a oggi”, nuova uscita della collaborazione tra T.wai e il magazine Atlante di Treccani tratta dalla sessione di Sergey Radchenko (School of Advanced International Studies, Johns Hopkins University) alla Summer School 2022:

Le relazioni sino-russe dalla guerra fredda a oggi Una delle molteplici conseguenze della guerra in Ucraina è stata la rinnovata attenzione che molti in Occidente prestano ai rapporti tra Russia e Cina . L’ambiguità della reazione di Pechino che, pur non intervenendo nel conflitto, ha scelto toni e modi concilianti con l’iniziativa di Putin , ...

Building legitimacy? The role of Chinese contract workers in foreign regimes’ political strategies 28/10/2022

Building legitimacy? The role of Chinese contract workers in foreign regimes’ political strategies

🇨🇳 “Over the past two decades, the number of Chinese workers sent overseas to complete engineering and construction projects has increased significantly along with the expanding role of Chinese companies in foreign countries, including low- and middle-income states with large populations. Yet, there has been little systematic analysis of this phenomenon.

This article hypothesizes that differences in the strategies adopted by governments in democratic and non-democratic countries to boost performance-based legitimacy claims make the latter more willing to allow Chinese companies to bring Chinese workers. Statistical analysis of a new global country-year panel dataset from 2004 to 2019 and two case studies of Algeria and Ghana support this hypothesis. This article points to the importance of host regime type in shaping China’s human presence overseas, and prompts important considerations on the political consequences of job creation around (Chinese) infrastructure projects and the economic impact of Chinese workers in foreign countries.”

Andrea Ghiselli (, T.wai & Fudan University) and Pippa Morgan (Duke Kunshan University) for the Review of International Political Economy:

Building legitimacy? The role of Chinese contract workers in foreign regimes’ political strategies Over the past two decades, the number of Chinese workers sent overseas to complete engineering and construction projects has increased significantly along with the expanding role of Chinese compani...

Photos from T.wai - Torino World Affairs Institute's post 25/10/2022

🇪🇺 Supported by T.wai, Region Europe is an inter-disciplinary program pursuing a comprehensive knowledge of the European model of regional integration, its evolution in the framework of the political, economic, social and cultural processes in the region, and the features of the EU as a global actor.

If you are based in Torino, don’t miss these two Seminars tomorrow:

• 12 - 2 PM: “Scotland’s future relationship with the EU: Perspectives from a reluctant outsider”, with Stephen Gethins
• 4 - 6 PM: “Health and the EU: Moving towards a European health union”, with Michele Calabro'

More information on the upcoming Region Europe events are available at: www.regioneurope.eu/news-events

Worse than the Cold War 24/10/2022

Worse than the Cold War

🇨🇳 “At first, was seen to support a pro-Russian neutralism on the Ukrainian issue. This was determined by the fact that some Chinese thinkers thought it could help China to dilute the hegemonic pressure of the US and to move it from the South China Sea and Taiwan to the European front, in a sort of repetition of the Cold War experience. But in fact, a famous report published by Renmin University in Beijing in May emphasized this point: we got it wrong, and the situation in is accelerating the great encirclement by the United States.”

Enrico Fardella ( Project, T.wai & John Cabot University) in the first panel at the John Cabot University conference "Worse than the Cold War? Euro-Mediterranean Perspectives on Sino-American Rivalry":

Worse than the Cold War

21/10/2022

🌍 EU VOICES SEMINAR 🌍
"Je t’aime, moi non plus”. Forty Years of an Uneven Relationship between Europe and Greece
Speaker:
Ioannis Papageorgiou from University of Thessaloniki, Greece.
📍The lecture will be held in Room B3, Campus Luigi Einaudi (University of Turin) on Tuesday, October 25 from 6 to 8 PM⏱

🔔Visit also our website

SIPRI Yearbook Summary 2022: edizione italiana | T.wai 21/10/2022

SIPRI Yearbook Summary 2022: edizione italiana | T.wai

"L’orizzonte della sicurezza internazionale alla fine del 2021 è stato dominato dall’intensificarsi degli scontri tra e e tra e . Sebbene nessuno dei due sia degenerato in guerra nel 2021, l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia il 24 febbraio 2022 ha dato una scossa al sistema internazionale di gran lunga superiore ai riverberi delle altre crisi del 2021.

I ripetuti avvertimenti della Russia sull’impossibilità di escludere l’uso di armi nucleari sottolineano questo aspetto. La risposta dell’Occidente all’invasione russa si è concentrata sulla fornitura di aiuti militari all’Ucraina e sull’applicazione di sanzioni economiche contro la Russia. Le conseguenze della guerra saranno di vasta portata."

La sintesi italiana del 53° SIPRI Yearbook, riferita al 2021 e curata da T.wai, è disponibile online e accessibile gratuitamente sul nostro sito: https://www.twai.it/journal/sipri-yearbook-2022/

SIPRI Yearbook Summary 2022: edizione italiana | T.wai Il SIPRI Yearbook è una fonte autorevole e indipendente di dati e analisi su armamenti, disarmo e sicurezza internazionale. Fornisce una panoramica degli sviluppi relativi a sicurezza internazionale, armi e tecnologia, spesa militare, produzione e commercio di armi, conflitti armati e gestione del ...

Il Congresso oltre la cronaca. Lo sguardo sulla Cina alla presentazione della rivista Formiche - Formiche.net 21/10/2022

Il Congresso oltre la cronaca. Lo sguardo sulla Cina alla presentazione della rivista Formiche - Formiche.net

🇨🇳 “Tra gli obiettivi da raggiungere per il 2049, l’anno del rinascimento cinese, la riunificazione di Taiwan è in prima linea. C’è perciò una precisa deadline. Dal punto di vista della , l’uso della coercizione militare resta pericoloso, perché apre alle ingerenze straniere e ai separatisti, non preservando quello che i cinesi dichiarano essere il bene del popolo di .

In ogni caso, quello che emergerà da questo Congresso è che di fatto la Cina dovrà abbassare i toni e staccarsi dall’asse con la , per riproporre un immagine di neutralismo e affidabilità internazionale e per riguadagnare quel ruolo di promotore dello sviluppo economico globale e attrarre gli investimenti stranieri, in linea con il principio peace for diplomacy“.

L’intervento di Enrico Fardella (T.wai & John Cabot University) in occasione del live-talk “Il Congresso oltre la cronaca. Lo sguardo sulla Cina alla presentazione della rivista Formiche”:

Il Congresso oltre la cronaca. Lo sguardo sulla Cina alla presentazione della rivista Formiche - Formiche.net Xi Jinping affronta un Congresso complesso. Il live-talk della rivista Formiche con Fatiguso, Menegazzi, Fardella e Skylar Mastro

La Cina e il Sud globale: un destino comune? 20/10/2022

La Cina e il Sud globale: un destino comune?

“Nel leggere la politica internazionale esclusivamente come il prodotto dei rapporti tra e si perde il punto di vista di tutti i Paesi che sfuggono agli schieramenti. Molti di questi Stati, soprattutto quelli che si collocano nel cosiddetto ‘Sud globale’, sono importanti non solo per la loro capacità di influenzare il contesto internazionale, ma anche per ridefinire il ruolo della nel mondo. Se da un lato, infatti, Pechino rivendica la sua appartenenza al novero dei Paesi in via di sviluppo, facendo leva su una comunanza di esperienze e aspirazioni e sull’opposizione alle regole dell’ordine liberale internazionale a guida occidentale, è innegabile che esista una disparità crescente tra la Cina, le altre potenze emergenti e i Paesi più piccoli e poveri.”

L’articolo “La Cina e il Sud globale: un destino comune?”, pubblicato da Treccani, e tratto dalla lezione di Chris Alden (London School of Economics and Political Science) alla Summer School 2022:

La Cina e il Sud globale: un destino comune? Con il declino dell’ordine internazionale neoliberale successivo alla guerra fredda , nelle crepe dell’egemonia americana ha iniziato a farsi strada la volontà di Paesi come Russia, Cina e Giappone di ridefinire il proprio posto nel mondo. Questi tentativi hanno prodotto frizioni crescenti, poi...

19/10/2022

🇪🇺🌍EUROPE FROM OUTSIDE SEMINAR🌍
EU-Israel: Quo Vadis?
Speaker:
Sharon Pardo
Ben-Gurion University of the Negev, Israel

📍The lecture will be held in Room Einaudi 4, Campus Luigi Einaudi (University of Turin) on Thursday, 20 October from 5 to 7 PM🗓


🔵Visit also our website!

18/10/2022

🌍EUROPE FROM OUTSIDE SEMINAR🌍
The Ghost Partners: Turkey-EU Relations into the 21st Century
Speaker:
Aylin Güney
Yasar University, Turkey

📆The lecture will be held in Aula Magna, Campus Luigi Einaudi (University of Turin) on Wednesday, 19 October from 2 to 4 PM⏰


🔔Visit also our website!

18/10/2022

Open Day 2022:
Presentazione delle attività del TOChina Hub e del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Internazionali, profilo China & Global Studies, dell'Università degli Studi di Torino

SALUTI INIZIALI
Francesco Ramella (Direttore, Dipartimento di Culture, Politica e Società - UniTo)

IL PROFILO CHINA & GLOBAL STUDIES NEL 2022/2023
Giovanni B. Andornino (Coordinatore, TOChina Hub e Docente di Relazioni Internazionali dell’Asia orientale, CdLM in Scienze Internazionali)

TOCHINA SPRING SEMINARS
Giuseppe Gabusi (Docente di International Political Economy e Political Economy dell’Asia orientale, CdLM in Scienze Internazionali)

TOCHINA CONVERSATION CLUB
Federico Madaro (Docente di Lingua cinese per l’economia e le relazioni internazionali, CdLM in Scienze Internazionali)

TOCHINA SUMMER SCHOOL
Silvia Frosina (Dottoranda di ricerca, Scuola Normale Superiore & Visiting Junior Research Fellow, T.wai - Torino World Affairs Institute)

ORIZZONTECINA
Simone Dossi (Direttore incaricato, )

CHINAMED BUSINESS PROGRAM
Martina Poletti (Managing Director, Business Program)

TOCHINA ALUMNI NETWORK
Chiara Forlenza (Coordinatrice, TOChina Alumni)

PERCORSI DI MOBILITÀ & DOUBLE DEGREE
Virginia Mariano (Tecnico della ricerca, Dipartimento di Culture, Politica e Società & TOChina Centre)

Cosa tenere d'occhio in attesa del XX Congresso del PCC. Scrive Fardella - Formiche.net 14/10/2022

Cosa tenere d'occhio in attesa del XX Congresso del PCC. Scrive Fardella - Formiche.net

“Per quanto riguarda la posizione internazionale di Pechino, la guerra in Ucraina e la neutralità pro-russa hanno accelerato un allineamento delle China policies di Washington e Bruxelles.

Tuttavia se per gli la è una minaccia diretta al mantenimento della loro supremazia globale, per l’Europa Pechino da una parte minaccia i sistemi di governance nei quali Bruxelles si riconosce, ma dall’altra è diventata un partner commerciale ineludibile in molti settori industriali, compresi quelli funzionali alla transizione energetica resa impellente dalle tensioni con Mosca.”

Enrico Fardella (T.wai & John Cabot University) presenta su Formiche il workshop “Worse than the Cold War? Euro-Mediterranean Perspectives on Sino-American Rivalry”, che si terrà a Roma il 17 ottobre 2022:

Cosa tenere d'occhio in attesa del XX Congresso del PCC. Scrive Fardella - Formiche.net Ottenuto il terzo mandato, Xi si concentrerà sulla politica estera di una Cina che vuole proporsi come garanzia di pace e stabilità

Il dopo Abe: quale destino per la Free and Open Indo-Pacific? | T.wai 14/10/2022

Il dopo Abe: quale destino per la Free and Open Indo-Pacific? | T.wai

🇯🇵 “L’unico modo che il concetto di Indo-Pacifico ha di sopravvivere nell’era post-Abe è trovare modi per includere interessi e valori degli altri attori regionali: in primis, la Cina e i popolosi stati islamici di Indonesia, Pakistan e Bangladesh.”

L’articolo di Giorgio Shani (International Christian University) per l’ultimo numero della rivista :

Il dopo Abe: quale destino per la Free and Open Indo-Pacific? | T.wai L’assassinio dell’ex Primo ministro giapponese Abe Shinzo avvenuto lo scorso 8 luglio a Nara ha privato il Giappone postbellico della sua figura politica più significativa. Non solo Abe è stato il Premier politicamente più longevo dal Secondo dopoguerra (2006-2007, 2011-2020), ma ha anche di ...

13/10/2022

"Dragon Unbound? Regional Influences on ’s Policies in the Middle East" - Presentation of Global Policy. Special Issue

October 20, 2022 | 10.30 am - 12.30 pm CET

Introduction: Paolo Wulzer (Università di Napoli “L’Orientale”)
Enrico Fardella (, T.wai - John Cabot University)
Brandon Friedman (Tel Aviv University)
Andrea Ghiselli (ChinaMed, T.wai - Fudan University, Shanghai)
Ori Sela (Tel Aviv University)
Chair: Federico Brusadelli (Università di Napoli “L’Orientale”)

Online on Microsoft Teams: https://bit.ly/3fAuTvl

The SCO Reaches the Mediterranean 13/10/2022

The SCO Reaches the Mediterranean

🇮🇷 “It is clear that the Shanghai Cooperation Organization (SCO) cannot solve ’s economic problems (which are also partly fueling the nationwide protests sparked by the death of Mahsa Amini), but membership in the organization may also not offer much besides some prestige.

Despite the SCO’s erroneous depiction as an encroaching -led «anti-NATO alliance», the reality is that within the group there are differing views and interests, that sometimes even boil over into open hostilities. Consequently, SCO membership may not even strengthen Iran’s international position on the most relevant issues the country faces, instead only heightening the tensions between Tehran and the West.”

Leonardo Bruni ( Project, T.wai & Peking University) in his new monthly column on Sino-Mediterranean relations for The China Africa Project:

The SCO Reaches the Mediterranean By Leonardo Bruni Iran joining the Shanghai Cooperation Organization (SCO) has led to a flurry of analyses from across the wider Mediterranean. Divergent perspectives emerge between foreign media coverage, which emphasize international security implications, and what domestic Iranian media reports t...

Le conseguenze della pandemia da COVID-19: geopolitica in Asia Orientale e prospettive future | T.wai 12/10/2022

Le conseguenze della pandemia da COVID-19: geopolitica in Asia Orientale e prospettive future | T.wai

🇯🇵 “La comunità imprenditoriale del deve scegliere se continuare a mantenere la propria posizione di «non intervento politico» e «non ingerenza negli affari interni» degli altri stati.”

L’articolo di Daimon-Sato Takeshi (Waseda University) per l’ultimo numero della rivista :

Le conseguenze della pandemia da COVID-19: geopolitica in Asia Orientale e prospettive future | T.wai Negli ultimi anni, le democrazie del G7 hanno ripetutamente denunciato Pechino per le sue esplicite violazioni dei diritti umani nello Xinjiang e a Hong Kong, e per la sua insistente ambizione di ricongiungere Taiwan alla Cina. Quasi in risposta alla Belt and Road Initiative (BRI) del Presidente cin...

11/10/2022

🇪🇺 Loukas Tsoukalis (University of Athens & Sciences Po Paris) will be the speaker for the Opening Lecture of Region Europe.

More information on the upcoming events are available at: www.regioneurope.eu/news-events

Xi e il destino della Cina (e non solo). Il Congresso del Pcc. Analisi in chiaroscuro - Rivista formiche.net 10/10/2022

Xi e il destino della Cina (e non solo). Il Congresso del Pcc. Analisi in chiaroscuro - Rivista formiche.net

🇨🇳 “La probabile continuità della leadership di Xi dovrebbe portare la a proseguire i propri investimenti nella modernizzazione delle forze armate, come enfatizzato nel quattordicesimo Piano quinquennale del 2021. Ciò dovrebbe permettere all’Esercito popolare di liberazione di completare questo processo nel 2035 e di essere alla pari coi migliori eserciti al mondo verso la metà del secolo.

L’analisi delle fonti disponibili indica che il focus della difesa cinese rimane un possibile conflitto con gli Stati Uniti e nello stretto di Taiwan, due eventi che sono visti come più probabili rispetto a quando la strategia di difesa nazionale precedente era stata promulgata nel 2014”.

L'articolo di Andrea Ghiselli (T.wai & Fudan University) nell’ultimo numero della rivista mensile di Formiche (disponibile per abbonati):

Xi e il destino della Cina (e non solo). Il Congresso del Pcc. Analisi in chiaroscuro - Rivista formiche.net STORIA DI COPERTINA Un ottobre rosso per il Pcc. Cronache del Congresso che sarà. Il punto di Rita Fatiguso, Floria Sapio, Francesca Ghiretti, Filippo Fasulo, Ian Bremmer, Stefano Stefanini, Andrea Ghiselli, Oriana Skylar Mastro, Stephen Bradley   POLITICA Messaggi nella bottiglia per Palazzo Chig...

L’importanza del Giappone nell’Indo-Pacifico: in equilibrio tra fiducia e geopolitica | T.wai 07/10/2022

L’importanza del Giappone nell’Indo-Pacifico: in equilibrio tra fiducia e geopolitica | T.wai

🇯🇵 “Il e la sua visione della FOIP (Free and Open Indo-Pacific) hanno portato una ventata di speranza in una regione dove le tensioni politiche ed economiche sembrano solamente aumentare. Tuttavia, i recenti sviluppi nella politica interna ed estera del Giappone stesso metteranno a dura prova la sua effettiva capacità di mantenere ed esercitare una posizione di leadership nell’Indo-Pacifico.”

L’articolo di Gianluca Bonanno (T.wai & IPSO) per l’ultimo numero della rivista :

L’importanza del Giappone nell’Indo-Pacifico: in equilibrio tra fiducia e geopolitica | T.wai Siamo di fronte a una nuova era. Avvenimenti di portata mondiale stanno scuotendo le fondamenta di una regione, l’Asia, che non solo è il centro dello sviluppo economico di questo secolo, ma è anche purtroppo il centro di tensioni geostrategiche potenzialmente apocalittiche. Mentre per molti, or...

06/10/2022

🇪🇺 Insieme all'Università di Torino, T.wai promuove Region Europe, una serie di seminari di approfondimento del ruolo globale dell'Unione Europea e del modello europeo d'integrazione regionale.

Appuntamento a lunedì 10 ottobre per il primo seminario della serie "Europe from Outside":

Photos from Camera di commercio di Cuneo's post 04/10/2022

Photos from Camera di commercio di Cuneo's post

Italy’s prospective PM Meloni poised to shake up ties with China 03/10/2022

Italy’s prospective PM Meloni poised to shake up ties with China

🇮🇹🇨🇳 "Meloni will certainly meet strong political opposition, both within Europe and Italy, but it will be mostly linked to her domestic policies and her attempt to be more assertive towards the EU. However, a critical stance towards China has become quite shared among most of the political forces in Italy and in the EU, and it can function as a balancer of Meloni's other more controversial positions."

Enrico Fardella (T.wai & ChinaMed Project) on the future of Italy-China relations for the South China Morning Post:

Italy’s prospective PM Meloni poised to shake up ties with China Timing of Giorgia Meloni’s statement partly intended to send a message to Nato, the US and the EU about Italy’s future foreign policies, says analyst.

Il Giappone nell'Indo-Pacifico | T.wai 30/09/2022

Il Giappone nell'Indo-Pacifico | T.wai

🗾 Negli ultimi anni, sempre più governi e istituzioni hanno guardato all’Indo-Pacifico, una regione socialmente costruita raggruppando alcuni Paesi dell’Asia Meridionale, Asia orientale, Oceania e America del Nord. I leader della regione hanno approntato strategie, concetti e visioni che ruotano essenzialmente attorno a tre parole-chiave: sicurezza, prosperità e cooperazione.

In questo contesto di ampia riflessione strategica, non poteva mancare il Giappone, che da oltre un decennio ha sviluppato una visione inclusiva di un Indo-Pacifico “libero”, “aperto” e basato su un ordine regolato da norme, principi e valori condivisi.

Scopri l'ultimo numero della nostra rivista , ora disponibile gratuitamente sul nostro sito:

Il Giappone nell'Indo-Pacifico | T.wai Negli ultimi anni, sempre più governi e istituzioni hanno guardato all’Indo-Pacifico, una regione socialmente costruita raggruppando alcuni Paesi dell’Asia Meridionale, Asia orientale, Oceania e America del Nord. Dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, dall’Unione Europea all’ASEAN, i decisor...

Video (vedi tutte)

TOASEAN Business Days
TOASEAN Culture Days 2021
La Thailandia in tensione
Drivers of Global Change - Il contributo di Katherine Morton
Drivers of Global Change - Il contributo di T.J. Pempel
Giovanni B. Andornino e Giuseppe Gabusi (Università di Torino & T.wai) sono tra i coordinatori del XVIII Convegno dell'A...
Drivers of Global Change - Il contributo di Shaun Breslin
La pandemia da COVID-19 nel Sud-Est asiatico
Presentazione del report “Drivers of Global Change”
Le Filippine di Duterte e le eredità del passato
Myanmar. Azioni nazionali ed internazionali per un Paese nuovo, democratico e federale
La crisi in Myanmar: sviluppi e prospettive

Ubicazione

Digitare

Telefono

Indirizzo


Corso Valdocco 2
Turin
10121

Altro Istruzione Turin (vedi tutte)
WEP Italy WEP Italy
C. So Vittorio Emanuele II 12
Turin, 10123

Benvenuti sul WEPwall! Questo spazio è dedicato a chi voglia avere informazioni su WEP e sui nostri programmi. LEARN & DISCOVER THE WORLD! wep.it

Nexa Center for Internet & Society Nexa Center for Internet & Society
Via Pier Carlo Boggio, 65A
Turin, 10129

The Nexa Center for Internet & Society is an interdisciplinary research center of the Politecnico di

Darwin R.Evolution Darwin R.Evolution
Via Sanfront 1C
Turin, 10138

Darwin R*Evolution aiuta le aziende nel processo di evoluzione del proprio marketing, adeguandone co

Revolutionet web agency Torino Revolutionet web agency Torino
Via Livorno, 60
Turin, 10144

Lavorare, aggiornarsi, stare al passo con i tempi è fondamentale per tutte le attività ma nel web

FestivalStoria FestivalStoria
Turin

14-18 ottobre 2014 arriva a San Marino FestivalStoria (IX Ediz.): "Auri sacra fames. Il denaro, moto

GiovedìScienza GiovedìScienza
Teatro Colosseo, Via Madama Cristina, 71
Turin, 10125

Guarda le conferenze sul nostro canale Youtube: https://bit.ly/3OiGfB8 La scienza in diretta settim

PoliTo OndeQuadre PoliTo OndeQuadre
Via Pier Carlo Boggio 65/A
Turin, 10138

Student Radio&Video powered by Ufficio Multimedia - Area IT | PoliTo

Associazione Manal Insieme per l'integrazione Associazione Manal Insieme per l'integrazione
Corso Cincinnato 115 E Via Degli Abeti 13
Turin, 10151

CI TROVATE A LUCENTO/Vallette E A FALCHERA in c.so Cincinnato 115 e in via degli Abeti 13

ITCILO ITCILO
Viale Maestri Del Lavoro 10
Turin, 10127

The International Training Centre of the ILO (ITCILO) is a training institution with a mission to achieve decent work for all. Founded in 1964, ITCILO is part of the United Nations System.

Obiettivo Orientamento Obiettivo Orientamento
Piazza Castello, 165
Turin, 10122

Obiettivo Orientamento Piemonte (OOP) è il sistema regionale di orientamento che mette a disposizione di studenti, famiglie, insegnanti, operatori e di tutti i cittadini, informazioni, strumenti e risorse per orientarsi su scuola, formazione e lavoro.

Altreitalie Altreitalie
Via Principe Amedeo 34
Turin, 10123

Centro Altreitalie sulle migrazioni italiane nel mondo

Rappresenta.TO Infermieristica Rappresenta.TO Infermieristica
Via Antonio Rosmini
Turin

Rappresenta.TO è una lista di rappresentanza studentesca nata per dar voce agli studenti e fare inf