Diritto & Salute Mentale

Diritto & Salute Mentale

Commenti

Ho avuto l'onore di tenere laboratori di Giorni Migliori a Trento e Roma, Verona, Bologna. Contatto: [email protected]

Questa è una guida alle capacità di coping per madrelingua italiani:

Ciao! Vogliamo segnalarvi una iniziativa che si svolge a Berzano di Tortona (AL) il 15 e 16 giugno. Si chiama Scambi di Scena, residenziale di musica e teatro integrato giunto alla sua nona edizione. Scambi di scena è un momento dove si incontrano utenti dei servizi di salute mentale, educatori, e chiunque voglia condividere un momento di lavoro sulle emozioni, su se stessi, sullo stare insieme. Il tutto si svolge presso la comunità famiglie di Berzano, un luogo incantato dove si sperimenta la condivisione vera. Scambi di scena è alla portata di tutti, perchè 2 giorni di lavoro, vitto e alloggio costano solo 30 € (e non c'è trucco non c'è inganno!). https://www.laboratorimusicali.org/scambi-di-scena-residenziale-di-musica-e-teatro-integrato/ dove trovate anche il modulo per l'iscrizione. Grazie e, se vi è possibile, fate girare!
A quarant’anni dall’entrata in vigore della legge Basaglia, che chiuse definitivamente tutti i manicomi in Italia, il manicomio di Belcolle è sempre lì. Ed è pure pericoloso. Decenni di degrado e abbandono, senza che nessuno abbia fatto ancora nulla.

Le belve, se un giorno dovranno giudicare gli uomini, porteranno come atto di accusa contro di noi la ferocia degli uomini sani contro i folli.

(Bruno Cassinelli, Storia della pazzia, dall'Oglio, Milano, 1964)

Normali funzionamento

31/03/2022

Un Leggilibri di pazzi

Diritto & Salute Mentale updated their phone number. 22/02/2022

Diritto & Salute Mentale updated their phone number.

Diritto & Salute Mentale updated their phone number.

22/02/2022
Corte costituzionale - 29/01/2022

Corte costituzionale -

REMS: URGENTE UNA LEGGE PER SUPERARE LE CRITICITÀ
L’applicazione concreta delle norme vigenti in materia di residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (REMS) nei confronti degli autori di reato affetti da patologie psichiche presenta numerosi profili di frizione con i principi costituzionali, che il legislatore deve eliminare al più presto.
Lo ha affermato la Corte costituzionale nella sentenza n. 22 depositata oggi 27 gennaio 2022 (redattore Francesco Viganò), con la quale sono state dichiarate inammissibili le questioni sollevate dal Gip del Tribunale di Tivoli a proposito della disciplina sulle REMS.
Dall’istruttoria disposta dalla Corte è emerso, in particolare, che sono tra 670 e 750 le persone attualmente in lista d’attesa per l’assegnazione ad una REMS; che i tempi medi di attesa sono di circa dieci mesi, ma anche molto più lunghi in alcune Regioni; e che molte di queste persone – ritenute socialmente pericolose dal giudice – hanno commesso gravi reati, anche violenti.
Nella sentenza depositata oggi si ricorda che le REMS sono state concepite dal legislatore, nel 2012, come strutture residenziali caratterizzate da una logica radicalmente diversa dai vecchi ospedali psichiatrici giudiziari (OPG), caratterizzati da una logica esclusivamente custodiale. Le REMS, pensate invece in funzione di un percorso di progressiva riabilitazione sociale, sono strutture di piccole dimensioni che devono favorire il mantenimento o la ricostruzione dei rapporti con il mondo esterno, alle quali il malato mentale può essere assegnato soltanto quando non sia possibile controllarne la pericolosità con strumenti alternativi, per esempio con l’affidamento ai servizi territoriali per la salute mentale.
L’assegnazione alle REMS resta però nell’ordinamento italiano una misura disicurezza, disposta dal giudice penale non solo a scopo terapeutico ma anche per contenere la pericolosità sociale di una persona che ha commesso un reato. Ciò comporta – ha osservato la Corte – la necessità di rispettare i principi costituzionali sulle misure di sicurezza e sui trattamenti sanitari obbligatori, tra cui la riserva di
legge: ossia l’esigenza che sia una legge dello Stato a disciplinare la misura, con riguardo non solo ai “casi” in cui può essere applicata ma anche ai “modi” con cui deve essere eseguita. Al contrario, oggi la regolamentazione delle REMS è solo in minima parte affidata alla legge; in gran parte è rimessa ad atti normativi secondari e ad accordi tra Stato e autonomie territoriali, che rendono fortemente disomogenee queste realtà da Regione a Regione.
La Corte ha poi sottolineato che a causa dei suoi gravi problemi di
funzionamento il sistema non tutela in modo efficace né i diritti fondamentali delle potenziali vittime di aggressioni, che il soggetto affetto da patologie psichiche potrebbe nuovamente realizzare, né il diritto alla salute del malato, il quale non riceve i trattamenti necessari per aiutarlo a superare la propria patologia e a reinserirsi gradualmente nella società.
La Corte ha inoltre osservato che la totale estromissione del ministro della Giustizia da ogni competenza in materia di REMS – e dunque in materia di esecuzione di misure di sicurezza disposte dal giudice penale – non è compatibile con l’articolo 110 della Costituzione, che assegna al Guardasigilli la responsabilità dell’organizzazione e del funzionamento dei servizi relativi alla giustizia.
La Corte ha tuttavia ritenuto di non poter dichiarare illegittima la normativa in questione, perché da una simile pronuncia deriverebbe “l’integrale caducazione del sistema delle REMS, che costituisce il risultato di un faticoso ma ineludibile
processo di superamento dei vecchi OPG”, con la conseguenza di “un intollerabile vuoto di tutela di interessi costituzionalmente rilevanti”.
Di qui il monito al legislatore affinché proceda, senza indugio, a una complessiva riforma di sistema, che assicuri assieme:
– un’adeguata base legislativa alla nuova misura di sicurezza;
– la realizzazione e il buon funzionamento, sull’intero territorio nazionale, di un numero di REMS sufficiente a far fronte ai reali fabbisogni, nel quadro di un complessivo e altrettanto urgente potenziamento delle strutture sul territorio in grado di garantire interventi alternativi adeguati alle necessità di cura e a quelle,
altrettanto imprescindibili, di tutela della collettività;
– forme di idoneo coinvolgimento del ministro della Giustizia nell’attività di coordinamento e monitoraggio del funzionamento delle REMS esistenti e degli altri strumenti di tutela della salute mentale degli autori di reato, nonché nella programmazione del relativo fabbisogno finanziario.
Roma, 27 gennaio 2022
https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?param_ecli=ECLI:IT:COST:2022:22

Corte costituzionale - Site Description Here

Giornata mondiale della salute mentale, Turkson: “Il COVID ha inciso sui numeri” 10/10/2021

Giornata mondiale della salute mentale, Turkson: “Il COVID ha inciso sui numeri”

Giornata mondiale della salute mentale, Turkson: “Il COVID ha inciso sui numeri” Il numero dei disturbi mentali è cresciuto profondamente durante il periodo della pandemia, che è comunque da considerare “il fattore precipitante di una crisi a più dimensioni che ha radici nell’inadeguatezza delle politiche sociali, sanitarie ed economiche”. Il Cardinale Peter Turkson, p...

Valutazione della compatibilità con il regime carcerario - AIPG 02/07/2021

Valutazione della compatibilità con il regime carcerario - AIPG

Valutazione della compatibilità con il regime carcerario - AIPG Valutazione della compatibilità o meno delle condizioni di salute del soggetto detenuto o in attesa di giudizio, con lo stato carcerario.

30/06/2021

"SENZA CURE PER LA SALUTE MENTALE IL CARCERE PUÒ ESSERE UNA POLVERIERA"

(di Damiano Aliprandi, giornalista, su Il Dubbio del 26 giugno 2021)

Lo ha detto la ministra della Giustizia Marta Cartabia durante la seconda conferenza "Per una salute mentale di comunità". "Considero la tutela della salute mentale in carcere una priorità assoluta, per questo stiamo prendendo provvedimenti urgentissimi". Lo ha detto la ministra della Giustizia Marta Cartabia durante la seconda conferenza "Per una salute mentale di comunità".

"71 persone sono in carcere, ma dovrebbe essere nelle Rems" - "Oggi abbiamo un problema urgentissimo - ha sottolineato la guardasigilli - e assai grave che è stato portato anche all'attenzione della Corte europea dei diritti dell'uomo: 71 persone che si trovano in carcere mentre dovrebbero essere ricoverate nelle Rems". Parliamo delle residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza. Tema affrontato anche dalla recente relazione annuale al Parlamento del Garante nazionale delle persone private della libertà. "Stiamo prendendo provvedimenti urgentissimi - ha annunciato la ministra Cartabia - perché questa situazione è semplicemente inaccettabile e richiede un intervento indifferibile".

In che modo? La guardasigilli, durante la conferenza sulla salute psichica - ha osservato: "Il problema della salute mentale in carcere richiede interventi a vari livelli, ci sono i malati che devono essere seguiti nelle Rems, le residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza, e ci sono i detenuti con disturbi tali da non richiedere il ricovero, ma ugualmente col diritto di ricevere l'assistenza necessaria, di nuovo: per il bene del singolo e di tutta la comunità carceraria". La ministra ha anche sottolineato come la pandemia ha amplificato il disagio psichico che si è imposto con tutta la sua urgenza. "E in molti settori - ha proseguito la guardasigilli - compresi quelli di mia più diretta competenza, è ormai chiara la necessità di provvedimenti non più rinviabili".

Nel 2021 ci sono già stati 26 suicidi tra detenuti e 4 tra il personale - Ha anche ricordato che durante quest'anno, il 2021, ci sono già stati 26 suicidi tra i detenuti e 4 del personale. "E troppo numerosi - ha aggiunto - sono gli episodi di aggressione al personale che lavora nelle carceri. Dove manca la cura della salute mentale il carcere diventa una polveriera".

Ha ribadito quanto sia importante la cura del disagio psichico, perché è a tutela dei detenuti e di chi presta il suo servizio lavorativo in carcere. "Il carcere è una comunità - ha osservato la ministra Cartabia - una comunità stretta e chiusa dove i problemi di salute psichica latenti vengono all'evidenza e portano gravi disagi e rischi per tutti".

L'invito della ministra alle autorità sanitarie affinché "assicurino una adeguata assistenza ai detenuti" - Per questo, nel contempo, la guardasigilli si rivolge alle autorità sanitarie, ad oggi le sole competenti per la cura della salute mentale in carcere, affinché "assicurino una adeguata assistenza ai detenuti, perché prestino attenzione a cosa accade al di là delle mura". La cura della salute mentale in carcere è un argomento spinoso. Nel tempo si sono succedute varie proposte di riforma dell'ordinamento penitenziario, spesso finite nel dimenticatoio a causa di un iter legislativo troppo farraginoso e concluse, poi, con riforme talora insoddisfacenti. Basti pensare alla riforma dell'ordinamento penitenziario ai tempi del ministro della giustizia Orlando.

Alla fine è stata approvata a metà, escludendo anche la questione psichiatrica carceraria. Eppure, anche la Corte Europea di Strasburgo, ha in più occasioni, affermato - come recita la sentenza del 6 settembre 2016, n. 73548/13, W.D. c. Belgium - la necessità di fornire adeguata tutela a soggetti reclusi portatori di accentuata vulnerabilità, affermando che anche l'allocazione in reparto psichiatrico carcerario può dar luogo a trattamento degradante quando le terapie non risultino appropriate e la detenzione si prolunghi per un periodo di tempo significativo.

Le articolazioni psichiatriche sono in poche carceri - Ci sono le articolazioni psichiatriche, ma in poche carceri, per curare i detenuti con problemi di salute mentale. E poi c'è il problema delle Rems. Il Garante nazionale è stato chiaro sul punto. Durante la sua presentazione della relazione annuale, ha osservato che non si risolve la questione con un discorso "edilizio", ma di ridare vigore alla condivisione di riflessioni, che coinvolgano la Magistratura di cognizione, sulla necessità, la fisionomia e la finalità di tale misura. Le Rems, infatti, sono nate proprio per essere l'estrema ratio. Ma il ricorso a tale misura è in aumento, oltre al fatto che - rivela il Garante - c'è un progetto terapeutico riabilitativo individuale soltanto per il 43 percento delle persone internate con misura definitiva in queste strutture.

Studente s’ incatena nel banco per protesta, scatta il Tso | il manifesto 10/05/2021

Studente s’ incatena nel banco per protesta, scatta il Tso | il manifesto

Studente s’ incatena nel banco per protesta, scatta il Tso | il manifesto La protesta dello studente diventa caso psichiatrico. Accade a Fano, dove un diciottenne dell’Istituto Olivetti si è rifiutato di indossare la mascherina in aula e ha inscenato una protesta in classe incatenandosi al banco. Dopo una breve e infruttuosa trattativa col ragazzo, che è rimasto fermo...

13/06/2020

Scarica dal link:
http://2.42.228.123/dgagaeta/pdf.php?file=FuoriCollana/5bf3f1873b599.pdf

Il coronavirus è anche un'emergenza psichiatrica, di cui nessuno parla 29/03/2020

Il coronavirus è anche un'emergenza psichiatrica, di cui nessuno parla

Il coronavirus è anche un'emergenza psichiatrica, di cui nessuno parla Dentro le mura delle case sono bloccate milioni di persone già fragili, che rischiano danni irreparabili alla propria salute mentale.

Coronavirus: Cina, dimostrate infezioni al sistema nervoso - Dalla Cina 11/03/2020

Coronavirus: Cina, dimostrate infezioni al sistema nervoso - Dalla Cina

Coronavirus: Cina, dimostrate infezioni al sistema nervoso - Dalla Cina PECHINO, 5 MAR - Medici cinesi hanno dimostrato per la prima volta che il nuovo coronavirus può causare danni al sistema nervoso centrale dei pazienti.

Quando la detenzione causa patologie psichiatriche - Il Dubbio 12/02/2020

Quando la detenzione causa patologie psichiatriche - Il Dubbio

Quando la detenzione causa patologie psichiatriche - Il Dubbio Lo rivela una ricerca dell'associazione Antigone condotta insieme al Segretariato italiano degli studenti di Medicina

Psicofarmaci dietro le sbarre: così si annullano gli esseri umani 08/01/2020

Psicofarmaci dietro le sbarre: così si annullano gli esseri umani

Psicofarmaci dietro le sbarre: così si annullano gli esseri umani Mancano gli psicologi, così nelle carceri italiane il 50 per cento dei detenuti ne abusa. Con conseguenze spesso tragiche: dall'alterazione mentale al suicidio

08/01/2020

http://www.giurisprudenzapenale.com/wp-content/uploads/2020/01/Fascicolo_41bis__GP.pdf

Suicidi, poveri e senza fissa dimora: quando il carcere non è la soluzione - Il Dubbio 03/01/2020

Suicidi, poveri e senza fissa dimora: quando il carcere non è la soluzione - Il Dubbio

https://ildubbio.news/ildubbio/2020/01/03/suicidi-poveri-e-senza-fissa-dimora-quando-il-carcere-non-e-la-soluzione/?fbclid=IwAR2-7zuUtr9z8-TdxOF68vf7iDXZQg4d2vF2UlsahkBV3Lg5oUMNpSzxolc

Suicidi, poveri e senza fissa dimora: quando il carcere non è la soluzione - Il Dubbio Suicidi, poveri e senza fissa dimora:. A dicembre 4 degli 8 che si sono tolti la vita in cella non avevano un domicilio. Il 29 dicembre un altro suicidio

Emergenza psichiatrica nelle carceri. Più del sessanta per cento dei detenuti con disturbo personalità, quattro per cento con psicosi e dieci per cento è depresso 02/12/2019

Emergenza psichiatrica nelle carceri. Più del sessanta per cento dei detenuti con disturbo personalità, quattro per cento con psicosi e dieci per cento è depresso

Emergenza psichiatrica nelle carceri. Più del sessanta per cento dei detenuti con disturbo personalità, quattro per cento con psicosi e dieci per cento è depresso Il 4% dei detenuti è affetto da disturbi psicotici, contro l’1% della popolazione generale. La depressione colpisce il 10% dei reclusi, mentre il 65% convive con un disturbo della personalità. Significativa, infine, la percentuale di popolazione carceraria che soffre di disturbo da stress post-t...

14/11/2019
La salute mentale è un lusso | il manifesto 02/11/2019

La salute mentale è un lusso | il manifesto

La salute mentale è un lusso | il manifesto Non sanare ma tagliare: in Campania la Sanità è commissariata dal 2009 e da allora si va avanti su questa strada. Francesco Blasi è il direttore dell’Unità operativa di salute mentale 24/31. Che significano i due numeri giustapposti? per risparmiare le 10 unità operative di Napoli sono divent...

“La psichiatria è innanzitutto gentilezza”: dialogo con Eugenio Borgna tra scienza, poesia e follia 27/10/2019

“La psichiatria è innanzitutto gentilezza”: dialogo con Eugenio Borgna tra scienza, poesia e follia

“La psichiatria è innanzitutto gentilezza”: dialogo con Eugenio Borgna tra scienza, poesia e follia Parola al celebre psichiatra autore di numerosi libri sulla follia: “È un diverso modo di intendere la vita, per questo la psichiatria è soprattutto una scienza umana”

DPC | Salute mentale e detenzione: un passo avanti. è possibile la cura ... 01/10/2019

DPC | Salute mentale e detenzione: un passo avanti. è possibile la cura ...

DPC | Salute mentale e detenzione: un passo avanti. è possibile la cura ... La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 99 del 19 aprile 2019, spazza via l’inspiegabile divergenza di cura tra le persone detenute che si trovano in stato di grave infermità fisica e quelle affette da gravi patologie psichiatriche

Campobasso set cinematografico. Alla Casa della scuola le riprese di ‘Era una giornata di sole’ 27/06/2019

Campobasso set cinematografico. Alla Casa della scuola le riprese di ‘Era una giornata di sole’

Campobasso set cinematografico. Alla Casa della scuola le riprese di ‘Era una giornata di sole’ Redazione Dettagli CULTURA & SPETTACOLI 27-06-2019 12:45 Campobasso set cinematografico. Alla Casa della scuola le riprese di ‘Era una giornata di sole’ Campobasso set cinematografico. Alla Casa della scuola le riprese di ‘Era una giornata di sole’ Reading Mode aA aA Share This Valutazione a...

Ogni anno oltre 400 detenuti sani trasferiti nei Dipartimenti di Salute Mentale 22/06/2019

Ogni anno oltre 400 detenuti sani trasferiti nei Dipartimenti di Salute Mentale

Ogni anno oltre 400 detenuti sani trasferiti nei Dipartimenti di Salute Mentale L'allarme lanciato oggi a Firenze in apertura del convegno nazionale della Società Italiana di Psichiatria

20/04/2019

CC_CS_20190419134643.pdf

La voce Delle Voci - PSICHIATRIA / DOPO ANNI DI CALVARIO ASSOLTO IL DIRETTORE DI AVERSA 10/04/2019

La voce Delle Voci - PSICHIATRIA / DOPO ANNI DI CALVARIO ASSOLTO IL DIRETTORE DI AVERSA

IL DIRITTO TRA SCIENZA E CREDENZE
Il metodo è sempre lo stesso: quando non ti posso accusare di un fatto concreto mi invento fatto e norma violata. Il tempo renderà giustizia, tanto se non riusciranno a condannarti intanto ti ho infamato ben bene.
Perché non era Ferraro a NON curara i pazienti dell'OPG, ma era l'OPG che non doveva curare i matti. Come fai a cacciare i medici dall'amministrazione penitenziaria se esistono 5 [dico "cinque" direttori] che si prendono cura dei ricoverati.

La voce Delle Voci - PSICHIATRIA / DOPO ANNI DI CALVARIO ASSOLTO IL DIRETTORE DI AVERSA Un calvario durato anni, poi alla fine la sentenza di piena assoluzione. Così funziona la giustizia di casa nostra. Adolfo Ferraro, ex direttore dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa, è stato tenuto - insieme ad altri medici e psichiatri - per anni sulla graticola con un’accusa infa...

La "terribile diffamazione dei pazienti psichici" secondo Eugenio Borgna | www.psychiatryonline.it 01/01/2019

La "terribile diffamazione dei pazienti psichici" secondo Eugenio Borgna | www.psychiatryonline.it

La "terribile diffamazione dei pazienti psichici" secondo Eugenio Borgna | www.psychiatryonline.it PSICHIATRIA E RAZZISMI Storie e documenti di Luigi Benevelli La "terribile diffamazione dei pazienti psichici" secondo Eugenio Borgna

retisolidali.it 13/10/2018

REMS: SALUTE MENTALE E CARCERE DOPO GLI OPG

retisolidali.it

roma.corriere.it 18/09/2018

Detenuta a Rebibbia getta i figli dalle scale: uno muore

Medea penitenziaria

roma.corriere.it L’altro bimbo lotta ancora tra la vita e la morte. Il folle gesto sarebbe accaduto nel nido della sezione femminile carcere - I bambini che vivono in carcere: videoinchiesta di Antonio Crispino

poliziapenitenziaria.it 18/08/2018

Emergenza suicidi, il Capo Dap preannuncia il ruolo tecnico psicologi della Polizia Penitenziaria -

Emergenza suicidi

poliziapenitenziaria.it Dopo l’ennesimo suicidio nelle file del Corpo di Polizia Penitenziaria, il Capo DAP ha diramato nuove disposizioni che intendono promuovere convenzioni su tutto il territorio nazionale con studi di psicoterapia, al fine di prevenire il rischio suicidio. Nella stessa circolare Basentini preannuncia...

researchgate.net 03/08/2018

(PDF) Il percorso di chiusura degli Opg e le...

researchgate.net Full-Text Paper (PDF): Il percorso di chiusura degli Opg e le nuove Rems: stato dell’arte e prospettive future

infooggi.it 26/06/2018

Schizofrenia e crimini. Intervista allo Psicologo forense e Criminologo Silvio Ciappi - InfoOggi.it

infooggi.it Schizofrenia e crimini. Intervista allo Psicologo forense e Criminologo Silvio Ciappi 0 commenti, 24/06/2018, 10:27, articolo di Luigi Cacciatori, in Criminologia ROMA, 24 GIUGNO 2018 - Il rapporto tra crimini, soprattutto quelli efferati, e disturbi mentali ha origini antichissime. A volte, i due f...

curioctopus.guru 03/05/2018

In Norvegia Aprirà Il Primo Ospedale Psichiatrico Al Mondo Che Non Ammette Farmaci

curioctopus.guru Se si guarda alla medicina occidentale si noterà come per ogni malattia, fisica o mentale che sia, si ricorre quasi immediatamente alla somministrazione di medicinali. Se una persona è affetta…

17/04/2018

S.I.F.P.P. Società Italiana Formazione Psichiatria Penitenziaria e Forense

17/04/2018
salute.chiesacattolica.it 03/11/2017

La Chiesa Italiana e la Salute Mentale

Roma 2 dicembre 2017 presso il Palazzo della Cancelleria, Salone dei 100 Giorni
Il Convegno è accreditato ECM per medici (tutte le professioni) psicologi, psicoterapeuti ed infermieri. Il numero di crediti attribuiti al corso è 7,3.
Partecipazione gratuita ma è obbligatoria l'iscrizione - ISCRIZIONE ONLINE

salute.chiesacattolica.it Cultura del provvisorio, scarti e nuovi poveri: il disagio psichico al tempo della tecnoliquidità

Ubicazione

Digitare

Telefono

Indirizzo


Rome

Informazione generale

Il Centro Studi e Ricerche per il Diritto alla Salute Mentale è costituito da un gruppo di professionisti - Avvocati, Psichiatri, Psicologi, Medici Legali, Assistenti sociali - che condividono il comune impegno per sollevare il peso del disagio mentale dei malati e delle proprie famiglie.

OBBIETTIVI - Contribuire a rimuovere gli ostacoli di ordine giuridico, culturale e sociale, che di fatto limitano l’autonomia e l'eguaglianza dei cittadini affetti da disturbi della mente e del cervello e impediscono il pieno sviluppo della persona umana e la partecipazione alla organizzazione sociale.

ASSISTENZA LEGALE - Gli Avvocati del Centro prestano la loro consulenza stragiudiziale e assistenza legale alle famiglie di malati di mente o a quanti in ragione della loro malattia sono coinvolti in processi penali, civili e amministrativi.

CONSULENZA IN GIUDIZIO - Psichiatri, psicologi e medici legali del Centro possono essere nominati Consulenti Tecnici di Parte in processi penali o in fase di esecuzione penale e penitenziaria.

FORMAZIONE - Il Centro organizza corsi di formazione post-laurea per la preparazione alle professioni forensi e mediche particolarmente indirizzati alla ricerca di un linguaggio comune tra i saperi giuridico, medico e psicologico.

RICERCA - Il Centro mette a disposizione di ricercatori e laureandi la propria struttura e la collaborazione dei propri operatori per progetti di ricerca, tesi di laurea, documentazione bibliografica e raccolta dati.

Altro Istruzione Rome (vedi tutte)
Obiettivo Psicologia Obiettivo Psicologia
Via Albano 11
Rome, 00179

La Web Community degli psicologi, psicoterapeuti e studenti di psicologia

Running Academy Running Academy
Via Degli Scialoja, 18
Rome, 00196

A febbraio torna il corso Comunicazione, Lobby e Politica

ELSA Roma ELSA Roma
Viale Gorizia 17
Rome, 00198

To contribute to legal education, to foster mutual understanding, to promote social responsibility of law students and young lawyers.

Ingegneria energetica Ingegneria energetica
Piazza San Giovanni In Laterano 26
Rome, 40043

Energia Energetica per un futuro sostenibile.

Scuola Marziale Ho Sin Sul - Taekwondo Scuola Marziale Ho Sin Sul - Taekwondo
Largo S.Giorgio 4 - Acilia (Roma)
Rome, 00125

A partire da Settembre 2016, si iniziano i nuovi Corsi di HoSinSul - Difesa Personale Saremo presso i locali della Parrocchia S.Giorgio di Acilia

Museo storico della Liberazione Museo storico della Liberazione
Via Tasso 145
Rome, 00185

Uno dei luoghi più importanti della memoria dell'oppressione nazista in Europa (Moni Ovadia). Realizzato nell'ex carcere nazista. La foto del 1944 elaborata dal grafico Alberto Lecaldano

PNL & Sanità, Programmazione Neuro Linguistica e Sanita. Medico paziente PNL & Sanità, Programmazione Neuro Linguistica e Sanita. Medico paziente
Colle Aurelio
Rome, 00100

PNL e medicina, PNL e formazione in sanità, relazione sanitario-paziente, rimuovere blocchi psichici e aiutare i pz. a vivere meglio la propria patologia

Tuttoasroma.it Tuttoasroma.it
Stadio Olimpico
Rome, 00196

IL SITO: http://tuttoasroma.it ASCOLTA LA RADIO: http://www.tuttoasromaradio.it/ LA TV: https://www.youtube.com/user/CUCSLEGENDTV

MisSafe - Antiaggressione Femminile MisSafe - Antiaggressione Femminile
Rome, 00159

Your Next Safety Level..

Grafica & Lettering Grafica & Lettering
Rome, 00165

Lettering e calligrafia per comunicazione, brand identity e cinema. Clienti: 007 James Bond - EON Productions 360 Degrees film GEDI Gruppo Editoriale Lotus Production - Leone Film Group Lucky Strike Palomar Rai Samsung Wildside - Fremantle

Language Point - Summer Camps Language Point - Summer Camps
Rome, 00063

A fantastic experience, please join our group!

inlingua Business School inlingua Business School
Via Cristoforo Colombo 436
Rome, 00145