Famiglie Digitali

Progetti Educativi sul mondo digitale. Eventi per la scuola, i genitori e i ragazzi. Centro di Ricerca Educativa attivo dal 2008.

Siamo esperti nel campo delle competenze ed educazione digitale. Offriamo corsi di formazione per docenti, genitori e ragazzi, aiutandoli a sviluppare le competenze necessarie per affrontare le sfide del mondo digitale. Inoltre, offriamo anche formazione aziendale per aiutare le aziende a rimanere competitive nell'era digitale. Unisciti a noi per imparare, crescere e prosperare nel mondo digitale! #educazionedigitale #formazioneprofessionale #sviluppocompetenze 📚💻🌟

Normali funzionamento

02/04/2024

La procura di Teramo ha ipotizzato il reato di istigazione al suicidio, al momento contro ignoti, per la morte del sedicenne di origini romene, che si sarebbe strangolato con una cintura nella sera del venerdì santo nella frazione di Campo a Mare a Roseto degli Abruzzi (Teramo).

La sfida sul web
La decisione della pm che ha il fascicolo sul caso, Franca Zani, dipende dall’ipotesi che la vittima non avrebbe avuto intenzione di togliersi la vita: avrebbe partecipato a una delle diverse sfide social, diffuse tra i giovanissimi: la cosiddetta "Blackout Challenge". Una sfida molto pericolosa, che consiste nel legarsi al collo una corda, una sciarpa o una cintura per provare la propria resistenza a trattenere il respiro il più possibile, prima di pubblicare tutto sui social. Le indagini sono portate avanti dai carabinieri.

https://www.repubblica.it/cronaca/2024/04/02/news/sedicenne_trovato_impiccato_in_casa_la_pm_indaga_per_istigazione_al_suicidio_partecipava_alla_sfida_social_blackout_chall-422411145/

29/03/2024

Buona Pasqua a tutti gli amici di NeoConnessi - Genitori, Figli e Internet da tutti i nostri giovani studenti.
Siamo in una quarta elementare (sempre più giovani, sempre più attivi online). Diamoci da fare cari genitori o non li riprendiamo più !!!

29/03/2024

Il viaggio meraviglioso, che in questi anni mi ha portato in giro, sia realmente che virtualmente, a parlare di competenze digitali, mi ha regalato tantissime emozioni.
Mai avrei immaginato 15 anni fa di ritrovarmi in un aula Universitaria. E' successo e devo dire Grazie al Professor Tonino Cantelmi e alla dottoressa Giorgia Vinci.
Il loro Corso di Cyberpsicologia coordinato dal team del ITCI - Istituto di Terapia Cognitivo Interpersonale presso l'Università Europea di ROMA, mi ha visto protagonista in un intervento per parlare degli aspetti sociologici legati al Cyberbullismo e a raccontare la mia esperienza nel mondo dei genitori, della scuola e soprattutto dei ragazzi.
Con i più piccoli nelle classi della scuola primaria a respirare dove e cosa fanno i bambini in rete e con i futuri psicologi per costruire una rete fortissima sui rischi che si corrono in rete.
Avanti così Ale!!!

24/03/2024

Parole che purtroppo trovano riscontro negli incontri con i bambini. Sono davvero moltissimi quelli che vivono isolati la loro crescita.

Il professor Stefano Vicari: «I disturbi mentali iniziano per lo più in adolescenza o addirittura nell'infanzia, mi riferisco per esempio all'ansia, alla depressione, al disturbo bipolare, alla schizofrenia, dunque a quelle patologie che siamo abituati a identificare con l'adulto». In realtà le forme presenti nell’adulto sono le forme croniche. «Per questo abbiamo una grande necessità di intercettare tali disturbi quando compaiono, perché prima li individuiamo, più precoci possono essere le cure e maggiori le probabilità di guarigione».

Lo stigma verso le patologie mentali però è ancora molto forte, e spesso si preferisce guardare dall’altra parte. Fingere che il problema non esista. «C’è dunque bisogno di raccontare al grande pubblico cos’è la salute mentale, come si costruisce; bisogna spiegare cosa sono i disturbi mentali, proprio perché sia più facile gestirli». E, innanzitutto, riconoscerli.

🔗Link articolo https://ilbolive.unipd.it/it/news/salute-autolesionismo-cogliere-segnali-disturbo

23/03/2024

Ragazzina accoltella coetanea mentre i compagni riprendono tutto con i cellulari: i video della rissa a Salò
La fermata dell'autobus all'uscita da scuola, decine di ragazzi che scendono. All'improvviso la rissa, le botte e poi le coltellate. Vittima una 14enne, ferita più volte da una ragazzina di un solo anno più grande. A riprendere quanto avvenuto a Tormini, in provincia di Brescia, sono gli smartphone di moltissimi compagni che incitano le due ragazze che si picchiano - sembra - per un ragazzo conteso. A intervenire alla fine è una terza ragazza, mentre gli altri continuano solo a filmare i video che poi posteranno sui social.
Ho provato a vedere i combattimenti tra gorilla che cercano di conquistare i territori nelle foreste, sono meno crudeli e soprattutto non c'è un branco di spettatori dementi come quelli che sentiamo in questo lunghissimo e tragico video.

https://video.repubblica.it/edizione/milano/ragazzina-accoltella-coetanea-mentre-i-compagni-riprendono-tutto-con-i-cellulari-i-video-della-rissa-a-salo/465440/466397?ref=RHEX-BG-P1-S3-T1

22/03/2024

Modalità Educazione Digitale on - con NeoConnessi - Genitori, Figli e Internet. Borghi Connessi.
Mai troppo grandi, spesso troppo piccoli... il meraviglioso viaggio con WIND - TRE per insegnare INTERNET a tutte le età.
E' davvero il caso di dire "RIMANETE Connessi" (quanto basta) per seguire il nostro viaggio.

22/03/2024

La mamma l'ha presa malissimo, la preside si scusa... il video non chiarisce, la rete si chiede se fosse davvero il momento di allontanare il bambino ....
Voi come la pensate?

17/03/2024

Piccoli gruppi di lavoro. Educazione digitale.
Competenze per guidare consapevolmente l'approccio online dei più giovani. Si chiude un ciclo di 8 ore con 4 meravigliose bambine di 10 anni. Consegna diplomi e uova di Pasqua.
Vederle all'opera un vero spettacolo. Sentirsi dire .. continuiamo un piccolo motivo d'orgogli.
Avanti verso il Corso di CyberPsicologia per l'Università Europea di Roma. (rimanete sintonizzati(
Grazie ancora ai genitori per la fiducia.

12/03/2024

Alla costante ricerca di gruppi di genitori interessati a comprendere e condividere il fenomeno onlife dei ragazzi.
Consapevoli dei rischi e delle enormi opportunità della rete, dobbiamo regolamentare un mondo in cui le regole sono trasparenti rispetto alla realtà dei ragazzi.
Troppo tempo con uno smartphone in mano senza sapere perché e senza comprendere come quel tempo sia frutto di distrazione costante e incapacità di trasformare la loro crescita in un precorso di esperienze.

Chi sono le giovani donne che oggi utilizzano Tinder? 04/03/2024

Avete mai considerato il mondo del Dating?
Avete mai riflettuto sul fatto che oggi moltissimi adolescenti sperimentano tutto online compreso il desiderio e la possibilità di conoscere persone con cui iniziare una relazione?
Consapevoli dei rischi?
Leggete questo articolo e rimanete sintonizzati. Inizia un bel percorso su questa tematica

Chi sono le giovani donne che oggi utilizzano Tinder? Milano, 8 marzo 2023 - In occasione del mese della donna, Tinder rivela come le giovani donne vivono la loro esperienza all’interno dell’app. Come già evidenziato dal report annuale Year in Swipe

Photos from Parole O_Stili's post 27/02/2024

Povertà assoluta ma dobbiamo educare educare educare. Grazie per la condivisone e gli spunti

Photos from Famiglie Digitali's post 24/02/2024

Lezione numero 2.
Creare contenuti digitali e gestione del tempo. 😊

22/02/2024

La recente revisione del codice della strada ha introdotto importanti novità volte a migliorare la sicurezza stradale e a promuovere comportamenti più responsabili. Tuttavia, con ogni cambiamento, emergono nuovi rischi che le famiglie devono conoscere per navigare in sicurezza nel mondo digitale e stradale. Ecco alcuni punti chiave sui rischi associati e su come affrontarli:

Distrazione Digitale: L'uso di dispositivi mobili mentre si è alla guida è una delle principali cause di distrazione. Le nuove norme cercano di combattere questo fenomeno, ma è fondamentale che i genitori diano l'esempio, evitando di utilizzare il telefono al volante e sensibilizzando i figli sull'importanza di concentrarsi sulla strada.

Sicurezza dei Pedoni: Con l'introduzione di nuove regole per la circolazione dei monopattini elettrici e altre micro-mobilità, è essenziale insegnare ai bambini a essere più attenti quando attraversano la strada, guardando non solo le auto ma anche i nuovi veicoli elettrici.

Velocità Adeguata: Le modifiche ai limiti di velocità in determinate aree, come le zone residenziali o vicino alle scuole, puntano a proteggere i pedoni. È cruciale educare i giovani conducenti sull'importanza di rispettare i limiti di velocità, soprattutto in aree ad alto rischio.

Sicurezza in Bicicletta: Le nuove regole mirano a migliorare la convivenza tra ciclisti e automobilisti. Promuovere l'uso del casco, anche se non obbligatorio per legge per gli adulti, può essere un modo efficace per ridurre il rischio di lesioni gravi in caso di incidente.

Educazione e Prevenzione: Informare i bambini e gli adolescenti sui rischi della strada e su come comportarsi in modo sicuro è fondamentale. Questo include insegnare loro l'importanza di utilizzare le cinture di sicurezza, attraversare la strada solo sulle strisce pedonali e guardare sempre in entrambe le direzioni.

Per navigare in sicurezza in questo nuovo panorama stradale, è essenziale che le famiglie adottino un approccio proattivo all'educazione stradale, condividendo consigli, stabilendo regole chiare e dando l'esempio con il proprio comportamento. Ricordiamo che la sicurezza stradale inizia da noi stessi e dalla consapevolezza delle nostre azioni.
https://www.repubblica.it/cronaca/2024/02/22/news/il_nuovo_codice_della_strada_patente_sospesa_fino_a_15_giorni_per_chi_usa_il_cellulare_alla_guida-422185277/

Internet e bambini, come proteggere i minori sul web | Magazine WINDTRE 21/02/2024

Sicuramente uno dei progetti di Educazione digitale tra i più completi disponibili in rete.

Internet e bambini, come proteggere i minori sul web | Magazine WINDTRE Tecnologia Tecnologia Internet e bambini, come proteggere i minori sul web W3 ORIGINAL 21 Febbraio 2024 | 07:00 WindTre Original Redazione Tempo di lettura 4 min CONDIVIDI Scopriamo i principali consigli e suggerimenti rivolti ai genitori per permettere ai propri figli di navigare in sicurezza su in...

Photos from Famiglie Digitali's post 20/02/2024

Momenti di una normale domenica mattina di educazione digitale in parrocchia con gli Scout

20/02/2024

Buongiorno adulti in ascolto.
E M P A T I A

17/02/2024

🚨Polizia di Stato: La frontiera della sicurezza è , in rete sono proiettate le più attuali istanze di sicurezza dei cittadini.🚨

🔹La Polizia di Stato cerca ispettori tecnici da inserire nel settore della . Una novità assoluta nel panorama dei concorsi pubblici, che consentirà a 177 giovani di partecipare alla sfida più attuale che la criminalità pone agli investigatori: quella sul terreno virtuale.

🌍In un contesto globale che vede la dimensione protagonista delle vite dei cittadini, delle aziende e delle istituzioni, il fiuto investigativo deve necessariamente arricchirsi di e competenze nuove, sempre più tecniche e specialistiche, e la inserisce nei propri ruoli un nuovissimo profilo chiamato a contribuire alla sicurezza cibernetica del Paese con indagini nel dominio sempre più sfidanti e complesse.

🔎Criminalità comune, organizzata, : sono tanti ed eterogenei i settori in cui i nuovi investigatori potranno misurarsi, con la prospettiva di un’assegnazione alla , l’articolazione specialistica della Polizia di Stato ad alta vocazione tecnologica, che con la sua di 100 uffici su tutto il territorio nazionale, esclusive competenze e prerogative di polizia giudiziaria ed una tradizione venticinquennale, costituisce un a livello nazionale ed internazionale nel settore della .

🎯Inserire profili così altamente specializzati nei propri ruoli è la risposta dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza a sfide sempre più complesse e che dominano l’agenda pubblica, con l’impiego di risorse “skillate” che verranno ulteriormente valorizzate e formate per acquisire ed affinare l’intuito, le capacità, le doti proprie degli , per operare a tutela di tutti.

⚠️Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 00.00 del 17 febbraio 2024 alle ore 23.59 del 18 marzo 2024.⚠️

🔗link alla pagina dedicata al concorso ⬇️⬇️⬇️
https://www.poliziadistato.it/articolo/18965cf256730371956699735

17/02/2024

"Ho avuto il privilegio di guidare un mini-gruppo di ragazze di 10 anni in un viaggio di scoperta digitale per 2 ore intense ed emozionanti. È stato straordinario osservare i loro occhi brillare di curiosità e le loro menti aprirsi alle infinite possibilità che il digitale può offrire. Attraverso giochi, esercizi pratici e storie, abbiamo esplorato insieme il potere della tecnologia e l'importanza di utilizzarla in modo creativo e responsabile. La loro sete di sapere, l'energia e l'entusiasmo hanno reso questa esperienza incredibilmente gratificante.
Sono ispirato dalla loro determinazione e non vedo l'ora di vedere dove porterà il loro viaggio digitale. "



Grazie ai genitori per la fiducia

16/02/2024

Crediamo tanto nella formazione dei ragazzi, a prescindere dall’ambito.

Oggi si conclude un nuovo percorso formativo sulla formazione digitale attraverso il circuito

Un grazie alla loro insegnante Rosa nonché nostra supervisore ed organizzatrice di tutto il progetto
un grazie alla scuola Istituto Nostra Signora della Neve che ha creduto nel progetto e grazie a questi ragazzi splendidi

Alla prossima

15/02/2024

Fisicamente vicine ma emotivamente distanti, ognuna assorbita dal proprio smartphone. La tecnologia, che prometteva di avvicinare le persone, qui sembra aver eretto un muro invisibile tra loro. Le dita scivolano su schermi luminosi, mentre gli occhi, vuoti, fissano contenuti che sembrano importanti solo in quel momento. La comunicazione, quella vera che avviene attraverso lo scambio di sguardi e parole, è stata sostituita da un silenzio digitale.

Questo scenario critica aspramente l'evoluzione dei rapporti familiari nell'era digitale, dove il tempo che dovrebbe essere dedicato alla condivisione di esperienze, emozioni e alla costruzione di ricordi insieme, viene inghiottito da mondi virtuali. Il divario generazionale, anziché essere colmato da conversazioni significative e dallo scambio di sapere ed esperienze, viene ampliato dalla tecnologia. Madre e figlia, simboli di un legame unico e insostituibile, si ritrovano a vivere in parallelo anziché insieme, testimoni di un impoverimento relazionale che segna profondamente l'epoca contemporanea.

Questa scena riflette una critica severa alla società moderna, dove il contatto umano sta diventando sempre più raro, sostituito da interazioni superficiali mediate da schermi. È un monito sulla necessità di riscoprire l'importanza del dialogo, dello scambio autentico tra individui, specialmente all'interno della famiglia. La tecnologia, per quanto utile, non dovrebbe mai sostituire i momenti di vera condivisione, quei preziosi attimi che costruiscono la trama della nostra esistenza e rafforzano i legami più cari.

13/02/2024

Parlando di tecnologia nei primi anni di vita, spesso ci si concentra solo sugli smartphone. Attenzione, perché una cosa a cui prestare molta attenzione è l'uso della tastiera che, in età infantile, compromette i processi di letto-scrittura.
Una penna non è sostituibile, così come la lettura su carta, quindi i bambini fino a scuola primaria devono stare lontani dalle tastiere e da video schermi che riducono le capacità linguistiche.

Altro aspetto da tenere a mente è quello dei videogame. Conosciamo il numero impressionante di ragazzi ritirati in casa a giocare solo con i videogiochi dopo gli 11 anni. Non vanno abituati durante l'infanzia, in modo da poter regolare meglio l'eventuale videogioco in preadolescenza.

In generale, va ricordata una regola basilare: mai l'utilizzo di questi dispositivi, nemmeno la televisione, durante le ore previste per il sonno. La stanza dove i bambini dormono deve essere libera da collegamenti tecnologici, digitali, da videoschermi e simili. Sappiamo come la cosiddetta "luce blu" di questi dispositivi possa anche creare dei disturbi neurofisiologici del sonno stesso. Più che altro, si tratta di tutelare il bisogno dei bambini di dormire un tempo adeguato

13/02/2024

Parole O_Stili
Mi hanno fatto bene le offese

Quando fuori dalle medie le ho prese e ho pianto

Dicevi: "Ritornatene al tuo Paese", lo sai che non porto rancore.

Sono le parole della canzone “Tuta gold”, cantata da Mahmood al Festival di Sanremo. Un’edizione che purtroppo ha visto protagonista, in più occasioni, il tema degli insulti e delle parole ostili. Ha iniziato a parlarne Alessandra Amoroso in conferenza stampa, leggendo una pesante lista di insulti ricevuti durante gli ultimi mesi.

“Sono qui a raccontarvi la mia caduta. Mi sono trovata sopraffatta da situazioni che in 15 anni di carriera non mi ero mai trovata a fronteggiare. Una valanga d’odio mi ha investito, parlo di insulti gravi e minacce di morte”.

L’artista infatti, commossa, ha raccontato di aver dovuto affrontare un periodo molto difficile, e con coraggio ha letto una lunga lista degli insulti che le hanno rivolto: “Preferirei cavarmi gli occhi che vedere ‘sta m**da”, “Hai qualche disturbo sicuramente”, “Sei una vergogna per i tuoi genitori”, “La figlia di Fantozzi”, ecc..

Ma perché questo livore? Inizia tutto a giugno del 2022, quando esce un video in cui la cantante rifiuta un autografo a un fan. Il tutto peggiora quando, qualche mese dopo, diventa virale una parodia del suo singolo “Camera 209” in cui il verso iniziale “mi sveglio ancora truccata” viene trasformato in “mi sveglio ancora cac**a” e questa nuova versione diventa virale su Tiktok.

Online si creano discussioni e iniziano a rafforzarsi le prime antipatie nei confronti dell’artista. Sebbene possa sembrare un fatto frivolo e ironico ha aggravato ancora di più la situazione.

È per questo che, col brano “Fino a qui”, ha deciso di portare sul palco dell’Ariston il coraggio che ha avuto nell’affrontare la situazione di odio da cui era fuggita.

Protagonista di un’altra ondata di odio è stato il rapper napoletano Geolier, “colpevole” di essersi classificato al primo posto durante la serata dedicata alle cover.

All'interno di questa cornice narrativa il social media analyst Pierluigi Vitale e la linguista Serena Pelosi hanno analizzato quasi quarantamila commenti Instagram relativi a Sanremo e al rapper napoletano. Come scrive Fanpage.it: “L'analisi è impietosa. Le esternazioni di hate speech si aggirano tra il 20 e il 25% del totale. Un commento su 4. [...] per oltre il 13% il tema di discussione ruota attorno alla città di Napoli in tutte le sue declinazioni espressive (ad esempio: napoletanità, napoletani, canzoni napoletane ecc.)

Ciò che emerge è un quadro drammatico: le parole più frequenti, ad eccezione delle auto-evidenti “Napoli” e “napoletano” sono “odio” (1128 volte) e “monnezza” (1078 volte) a cui segue un più decoroso, ma non meno acceso, dibattito sulla lingua napoletana e l’autorizzazione ad usarla. Sono molto ricorrenti parole come “dialetto”, “lingua”, “italiano” eccetera. In riferimento a una specifica espressione, da cui derivano in parte i risultati sopraccitati, “odio Napoli monnezza d’italia” abbiamo riscontrato la presenza di diverse centinaia di autori che pubblicano il medesimo commento, il ché potrebbe testimoniare un’azione organizzata o addirittura l’utilizzo di bot. In sintesi, quando si parla di Napoli in riferimento a Geolier, le esternazioni di hate speech si aggirano tra il 20 e il 25% del totale.”

07/02/2024

Alessandro dei Santi Francesi: "Perché non sto più sui social? Per salute mentale, senza sto meglio"
“È una questione di salute mentale personale”: Alessandro De Santis dei Santi Francesi risponde a chi gli chiede come mai fosse sparito dai social. “Posso lanciare un messaggio: senza social si sopravvive, anzi a volte si vive anche meglio”.

https://video.repubblica.it/dossier/festival-sanremo-2024/sanremo-alessandro-dei-santi-francesi-mi-sono-cancellato-dai-social-per-la-mia-salute-mentale-senza-sto-meglio/462312/463277?ref=RHEX-BG-P1-S1-T1

07/02/2024

Lavoro splendido da condividere in tutte le aule

07/02/2024

Alessandra Amoroso legge gli insulti ricevuti online: la voce rotta dell'artista
"Prima di passare alle vostre domande, dato che in questo ultimo anno e mezzo nella mia vita sono successe un po' di cose, le ho volute scrivere perché non volevo perdere pezzi per strada. E quindi inizio a leggere". Alessandra Amoroso durante la conferenza stampa che ha preceduto la prima serata di Sanremo, ha letto l'elenco dei terribili insulti ricevuti online nel corso dell'ultimo anno. Alcuni così terribili da risultare irripetibili. Alla fine, la voce rotta, non è riuscita a trattenere l'emozione ed è stata accolta da un caloroso applauso da parte dei giornalisti presenti. Al Festival di Sanremo porta una canzone che parla di cadute, ma anche della capacità di rialzarsi: “Fino a qui”.
https://video.repubblica.it/dossier/festival-sanremo-2024/alessandra-amoroso-legge-gli-insulti-ricevuti-online-la-voce-rotta-dell-artista/462248/463213?ref=RHCV-BG-P1-S2-T1

Photos from Una vita da social's post 06/02/2024
06/02/2024

Tanti contenuti, forse troppi. C è tantissimo da fare e noi ci siamo da 15 anni.

Oggi per il 2024 il aderisce con un evento dalle ore 10 per riflettere sui rischi e le opportunità della Rete con gli stessi protagonisti della comunità scolastica, studenti, docenti, insieme a stakeholder pubblici e privati.
Qui potete seguire la diretta ▶️ https://youtu.be/oJl3Hvl3lDE

Generazioni Connesse

04/02/2024

L'alfabetizzazione digitale può ora potenziare la resilienza dei giovani.
Questo weekend ho esplorato i vantaggi di una cittadinanza digitale responsabile con l'aiuto del nuovo concetto di resilienza.
Ecco ESATTAMENTE come educare i giovani a navigare sicuri per un futuro digitale sostenibile:
Unisciti alla nostra comunità per scambi e strategie utili.
Educazione digitale

Vuoi che la tua scuola/universitàa sia il Scuola/università più quotato a Rome?

Clicca qui per richiedere la tua inserzione sponsorizzata.

Video (vedi tutte)

Sembra davvero una bellissima iniziativa
Gesti che fanno la differenza
Daniele Mencarelli, Stefano Vicari e Maurizio Damilano... i giovani valgono miliardi di dollari pe ri social.
L'impegno non è mancato, ma dai numeri di visualizzazioni su Youtube (meno di 100) sembra quasi un flop degno della "Ven...
Omegle, Tellonym, NGL, OnlyFans, Gaming … messaggistica anonima, la piu pericolasa … la piu sottovalutata
I più giovani sono arrivati ancora una volta prima di noi e purtroppo ancora una volta con il loro modo di intendere la ...
Chiude l’anno 15 del nostro viaggio  nell’educazione digitale. Questo il ricordo di un 2023 da record. Buon anno 💕
Un anno indimenticabile in meno di 30 secondi. Emozioni
Il professor Donti, la filosofia.rileggere le favole per imparare dagli errori. Lezione stupenda
La fiaba di Natale. Potete piangere
Non mancare alla recita dei tuoi figli. 😍

Ubicazione

Telefono

Indirizzo


Via Renato Fucini, 14
Rome
00137
Altro Educational Research Rome (vedi tutte)
Fondazione Patrizio Paoletti Fondazione Patrizio Paoletti
Via Nazionale 230
Rome, 00184

Attiva nei campi della ricerca e dell'educazione, la Fondazione promuove il benessere sociale.

American Academy in Rome American Academy in Rome
Via Angelo Masina 5
Rome, 00153

The American Academy in Rome supports innovative artists, writers, and scholars living and working to

Fondazione Basso Fondazione Basso
Via Della Dogana Vecchia 5
Rome, 00186

La Fondazione Basso è uno dei più prestigiosi centri internazionali di documentazione e ricerca, di formazione e promozione culturale.

Eulab Eulab
Via Sabotino 2
Rome, 00195

Un laboratorio per divulgare la Scienza della Felicità, così da creare un luogo ideale dove gli adulti possono trovare strumenti e supporto per far crescere bambine e bambini consapevoli di poter costruire la propria felicità e il proprio benessere.

Un Primo Sguardo Sociologico sulle Danzatrici Orientali on Italia Un Primo Sguardo Sociologico sulle Danzatrici Orientali on Italia
Rome

Ci presentiamo: siamo Perla Elias Nemer, insegnante e ballerina di Roma (corsista del Master di II li

GreenSCENT Project GreenSCENT Project
Corso Vittorio Emanuele II, 39
Rome, 00186

Inspire people to care for the environment by promoting empathy through education & awareness. #H2020

FOSSR project FOSSR project
Via Dei Taurini 19
Rome, 00185

Fostering Open Science in Social Science Research

Chiedi Aiuto al Cielo Chiedi Aiuto al Cielo
Rome

Chiedete e vi sarà dato

Donatori Sperma Di Roma Donatori Sperma Di Roma
Rome, 00100

Salve, qui troverete informazioni sul mondo delle donazioni di sperma private. Come procedere con sicurezza e come mettersi in contatto con il donatore giusto. Pagina gemellata al gruppo https://www.facebook.com/groups/2007118342782339/

Library of Rome Library of Rome
Via Di San Giovanni In Laterano, 132, Roma RM
Rome, 00184

Don’t forget what happened in 1031 ad. The Berbers burned down the library of Rome!

Transport Research Lab Transport Research Lab
Via Chiabrera 199
Rome, 00154