DAMS Messina

Pagina ufficiale del corso di laurea in DAMS del dipartimento COSPECS dell'Università degli Studi d

Normali funzionamento

22/05/2023

Fino al 30 maggio è possibile candidarsi per partecipare come tirocinante alla 5° edizione di "InCastro festival", in programma dal 7 al 14 luglio. Gli ambiti riguardano: organizzazione e logistica; allestimento spazi e accoglienza pubblico; comunicazione e promozione; documentazione e raccolta materiali.
Tutte le info nella call allegata

Photos from DAMS Messina's post 15/05/2023

Il prof. Alessandro Pontremoli ospite oggi del Dams di Messina, per un coinvolgente e partecipato seminario. Focus sulla danza contemporanea, tra teorie e pratiche

14/05/2023

Appuntamento domani alle 10 con il seminario a cura del prof. Alessandro Pontremoli (Università di Torino). È prevista l'attribuzione di 0,25 CFU per gli studenti del Dams e di Turismo e Spettacolo

Photos from DAMS Messina's post 13/05/2023

Studiosi e artisti, in dialogo su pratiche e saperi teatrali. Ieri, insieme ai nostri studenti, abbiamo riflettuto su maestri, eredità e genealogia attoriale, a partire dalla memoria di Giovanni Grasso e Angelo Musco. Presenti al convegno e alla tavola rotonda anche gli eredi dei due grandi artisti siciliani.

11/05/2023

Il Centro Studi Universiteatrali, con il patrocinio del Teatro Stabile di Catania, organizza una giornata di studi dedicata all’eredità attoriale di Giovanni Grasso e Angelo Musco. Appuntamento domani alle 9.30 e alle 14.30 al Dipartimento Cospecs

07/05/2023

8 e 9 maggio, due appuntamenti con Gabriele Frasca

17/04/2023

Vi aspettiamo martedì 18 alle ore 21.00 e mercoledì 19 alle ore 18.00 al Cinema Iris di Messina per la proiezione di "Él" (Luis Buñuel, 1953). La rassegna cinematografica "Il Dams in Sala", curata dal prof. Federico Vitella (docente di Storia del cinema presso il Dipartimento COSPECS), porta a Messina i più importanti film della storia del cinema in
edizione restaurata, ed è realizzata in collaborazione con il cinema IRIS di Messina e con la Cineteca di Bologna. Le proiezioni, presentate dai docenti e dagli studenti del DAMS, sono aperte al pubblico e agli studenti dell’Università di Messina (è previsto un riconoscimento di 0.25 CFU per proiezione per gli studenti dei corsi di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo e Turismo e Spettacolo).

11/04/2023

Venerdì 14 e Lunedì 17 aprile, nelle aule del Dipartimento Cospecs, si terranno due seminari nell'ambito del progetto "La scena della danza", organizzato dalla prof.ssa Katia Trifirò con la collaborazione della dott.ssa Cristiana Minasi. Interverranno, rispettivamente, la Compagnia Abbondanza/Bertoni e la danzatrice e coreografa Francesca Foscarini.


https://dip11-unime-d8cl4.prod.cineca.it/it/eventi/la-scena-della-danza

23/02/2023

Si parte col ciclo di seminari dal titolo "𝗤𝗨𝗔𝗥𝗧𝗔 𝗣𝗔𝗥𝗘𝗧𝗘. 𝗟𝗮 𝗰𝗼𝗻𝗼𝘀𝗰𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝘀𝗽𝗮𝘇𝗶𝗼 𝘀𝗼𝗰𝗶𝗮𝗹𝗲". Il primo appuntamento è curato dal Prof. Francesco Parisi che ci parlerà de "𝗚𝗹𝗶 𝗲𝗳𝗳𝗲𝘁𝘁𝗶 𝗱𝗲𝗹 𝗳𝗼𝘁𝗼𝗴𝗿𝗮𝗳𝗶𝗰𝗼". A cura del Centro Studi Universi Teatrali e degli Immaginari Sociali in collaborazione con Ass. Cult. Decimo Sommerso:

📌 Save the date:
Giovedì 𝟮 𝗺𝗮𝗿𝘇𝗼, ore 15:30, terzo piano del Dipartimento COSPECS di Via Bivona!

31/01/2023

La XVI edizione del Festival “Pordenone Docs Fest - Le voci del documentario” si terrà dal 29 marzo al 2 aprile 2023. A studenti e studentesse di cinema è riservata la promozione early bird, al prezzo di € 75.00, che include:

- accesso a proiezioni, masterclass e conferenze del festival;
- partecipazione alla Young Jury che assegna lo Young Jury Award per il miglior documentario in concorso;
- attestato di partecipazione;
- ospitalità in albergo per 5 notti.

Le candidature potranno essere inviate entro il 5 febbraio 2023 al link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeyBaT4SkcdvvlzzC8QnTaKuspHsdgaZCncfT4H15CTf17iyQ/viewform

21/12/2022

È online il bando per l’edizione 2022/2023 del Premio Internazionale per la Sceneggiatura Mattador dedicato a Matteo Caenazzo, rivolto a giovani autori dai 16 ai 30 anni. Quattro le sezioni:

Premio alla migliore sceneggiatura per lungometraggio;
Premio al miglior soggetto;
Premio DOLLY “Illustrare il cinema” alla migliore storia raccontata per immagini;
Premio al miglior progetto di serie tv.
I partecipanti potranno inviare i propri elaborati attraverso la piattaforma https://iscrizioni.premiomattador.it a partire dal 15 febbraio e fino al 15 aprile 2023.

Per info e dettagli: https://www.premiomattador.it/regolamento-premio-mattador-2023

10/12/2022

Anche il DAMS Messina è parte di questa rassegna, al via da lunedì

25/11/2022

Con la proiezione di "Singin’ in the Rain" (Cantando sotto la pioggia, Stanley Donen, Gene Kelly, 1952) prosegue il 13 e 14 dicembre la sesta edizione del "DAMS in sala", la rassegna cinematografica curata dal prof. Federico Vitella, docente di Storia del cinema presso il Dipartimento COSPECS, in collaborazione con il cinema IRIS di Messina e con la prestigiosa Cineteca di Bologna, che porta a Messina, sul grande schermo, i più importanti film della storia del cinema in edizione restaurata.

Le proiezioni - che continueranno nel 2023 con classici di Lynch, Buñuel, De Sica - si tengono presso il cinema IRIS di Messina, sono introdotte e commentate non solo dai docenti ma anche dagli studenti del DAMS. La rassegna è aperta al pubblico e agli studenti dell’Università di Messina (è previsto un riconoscimento di 0.25 CFU per proiezione per gli studenti dei corsi di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo e Turismo e Spettacolo).

Partecipano gli studenti e le studentesse: Carla Anastasi, Cristina Bonanno, Alessia Caridi, Andrea Castiglia, Marco Castiglia, Maria Luisa Cucinotta, Valeria Di Brisco, Ilaria Lipari, Giovanna Manetto, Maria Chiara Morale, Cristiana Nicolò, Federica Repaci, Nicolina Sfameni, Alice Soffia, Simonetta Pisano, Federico Vadalà.

22/11/2022

Appuntamento giovedì con Josephine Von Zitzewitz, Premio Internazionale Rhegium Julii 'Città dello Stretto' 2022.

Josephine Von Zitzewitz è un’accademica specializzata in letteratura russa della fine del XX e XXI secolo. Ha conseguito la laurea in Letteratura russa presso l’Università di Oxford e da allora ha insegnato presso la medesima Università oltre che ad Oxford, a Cambridge, Bristol e, recentemente, alla The Artic University di Tromso in Norvegia. Attualmente insegna presso l’Università di Oxford (New College).

Josephine Von Zitzewitz sta conducendo importanti ricerche sulla poesia in lingua russa contemporanea e la pratica della letteratura della resistenza nel passato e nel presente, diffusa su internet, comprese pratiche come l’autopubblicazione, l’ascesa delle riviste letterarie sul web e il rapporto tra il poeta e il traduttore.

Dal 2003 svolge ricerche volontarie presso il Centro di ricerca e informazione “Memorial” di San Pietroburgo, tiene conferenze per FHS Papers ed è coordinatore del MPhil Special Subject “Gender ad representation in Russian Culture from 1800.

E’ autrice di due monografie : 𝐿𝑎 𝑐𝑢𝑙𝑡𝑢𝑟𝑎 𝑑𝑖 𝑆𝑎𝑚𝑖𝑧𝑑𝑎𝑡: 𝑙𝑒𝑡𝑡𝑒𝑟𝑎𝑡𝑢𝑟𝑎 𝑒 𝑟𝑒𝑡𝑖 𝑠𝑜𝑡𝑡𝑒𝑟𝑟𝑎𝑛𝑒𝑒 𝑛𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑡𝑎𝑟𝑑𝑎 𝑈𝑛𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑠𝑜𝑣𝑖𝑒𝑡𝑖𝑐𝑎 (Londra: Bloombury 2020); 𝑃𝑜𝑒𝑠𝑖𝑎 𝑒 𝑠𝑒𝑚𝑖𝑛𝑎𝑟𝑖𝑜 𝑟𝑒𝑙𝑖𝑔𝑖𝑜𝑠𝑜-𝑓𝑖𝑙𝑜𝑠𝑜𝑓𝑖𝑐𝑜 𝑑𝑖 𝐿𝑒𝑛𝑖𝑛𝑔𝑟𝑎𝑑𝑜 1976-1980 (Oxford- Legenda MHRA and Routledge 2016). Con quest’ultimo lavoro ha vinto nel 2019 il Premio Antsiferov per il miglior libro di autore straniero su San Pietroburgo. Ha scritto molte tesi sulla poesia russa e la cultura underground: 𝑌𝑜𝑢𝑛𝑔 𝑅𝑢𝑠𝑠𝑜𝑓𝑜𝑛𝑖𝑎: 𝑁𝑒𝑤 𝑙𝑖𝑡𝑒𝑟𝑎𝑡𝑢𝑟𝑒 𝑖𝑛 𝑅𝑢𝑠𝑠𝑖𝑎𝑛; 𝑅𝑒𝑎𝑑𝑖𝑛𝑔 𝑅𝑢𝑠𝑠𝑖𝑎: 𝐴 𝐻𝑖𝑠𝑡𝑜𝑟𝑦 𝑜𝑓 𝑅𝑒𝑎𝑑𝑖𝑛𝑔 𝑖𝑛 𝑚𝑜𝑑𝑒𝑟𝑛 𝑅𝑢𝑠𝑠𝑖𝑎 (Le edizioni Milano 2020); 𝐼 𝑛𝑒𝑜𝑚𝑜𝑑𝑒𝑟𝑛𝑖𝑠𝑡𝑖 𝑑𝑖 𝐿𝑒𝑛𝑖𝑛𝑔𝑟𝑎𝑑𝑜 𝑖𝑛 𝐻𝑎𝑛𝑑𝑏𝑜𝑜𝑘 𝑜𝑓 𝑡ℎ𝑒 𝑠𝑜𝑣𝑖𝑒𝑡 𝑐𝑢𝑙𝑡𝑢𝑟𝑎𝑙 𝑢𝑛𝑑𝑒𝑟𝑔𝑟𝑜𝑢𝑛𝑑 (ed. Mark Lipovetsky 2021); 𝑇ℎ𝑒 𝑁𝑒𝑤 𝐶𝑎𝑚𝑏𝑟𝑖𝑑𝑔𝑒 𝐻𝑖𝑠𝑡𝑜𝑟𝑦 𝑜𝑓 𝑅𝑢𝑠𝑠𝑖𝑎𝑛 𝐿𝑖𝑡𝑒𝑟𝑎𝑡𝑢𝑟𝑒 (ed. Simon Franklyn 2022). Nel 2021 ha curato un numero speciale della rivista 𝑊𝑜𝑟𝑑𝑠 𝑤𝑖𝑡ℎ𝑜𝑢𝑡 𝐵𝑜𝑟𝑑𝑒𝑟𝑠.

10/11/2022

Venerdì 18 novembre alle 11, in aula 6, ospitiamo il prof. Armando Petrini, docente di Discipline dello spettacolo all'Università di Torino, per il seminario "Carmelo Bene. Una scandalosa grandezza"

01/11/2022

Giovedì 3 novembre, alle 9, in aula 214 si terrà la presentazione del volume "Superfragilistic. Teorie, formule e attrezzi della serialità" di Achille Pisanti, ideatore e sceneggiatore di serie televisive per Rai e Mediaset e regista. Il volume è un prezioso strumento per conoscere le tecniche e il portato magico della scrittura seriale. Interverranno i proff. Gino Frezza e Mario Tirino dell'Università degli Studi di Salerno, coordinerà i lavori Antonia Cava, docente di Teorie e Tecniche della comunicazione radio-televisiva.

15/07/2022

L’Associazione teatrale "SCENA NUDA" seleziona studenti iscritti e laureati al Dams di Messina per attività di stage come organizzatori e assistenti di produzione. Scadenza domande 19 luglio. Tutte le info al link allegato

www.unime.it

Photos from DAMS Messina's post 04/07/2022

Si terrà domani nell'aula magna del Cospecs - UNIME il Convegno "Teatro ed Educazione, in cammino verso un nuovo pubblico. Nuovi spazi, nuovi sguardi". Il Convegno, patrocinato dal DAMS Messina, è promosso dalla dottoranda Cristiana Minasi a conclusione del progetto "Fondo Teatro: essere consci del meraviglioso", vincitore del Bando BPER, che include il Festival teatrale in programma oggi a Forte Petrazza.
Interverranno studiosi, pedagoghi teatrali, artisti, con l’obiettivo di riflettere sulle pratiche di un teatro diffuso come parte integrante di un processo di formazione della cittadinanza, a partire dalla storia del decentramento teatrale in Italia sino alle attuali esperienze di "Delivery theatre" avviate in tempo pandemico.
Questo il link per seguire il Convegno via Teams: https://tinyurl.com/3kdcnw4r

24/06/2022

"Cinque stanze per Stefano D'Arrigo" (di Dario Tomasello) è una performance nello “Stretto” non solo perché lavorando sul grande romanzo di Stefano D’Arrigo, essa si svolge a ridosso dei luoghi topici del suo svolgimento (e con alle spalle i suggestivi pannelli del compianto Ghersi), ma perché cimentarsi con tale impresa significa appunto concentrarsi, di là da ogni calembour, con le forche caudine di una lingua e di uno stile estremamente impervi.
Una lingua e uno stile che nel mare trovano la scaturigine più immediata. È così, infatti, che il massimo esegeta del romanzo darrighiano, Walter Pedullà, ha inquadrato la questione: «Lo Stretto è un fiume che, pieno di cadaveri di marinai, sembra l’Acheronte ma la fessura fra Scilla e Cariddi simboleggia quella da cui nasce l’uomo. Nel mare si nasce e si muore, siamo quasi solo acqua. Secondo Savinio, la parola ebraica «maru» significa deserto e morte, ma anche madre e mare, acqua in cui si annega e che è pure liquido amniotico. Si son dati convegno tutte le lingue e tutti i miti del Mediterraneo in Horcynus Orca, che racconta splendori e misteri, epica ed epicedio, sapori e saperi dell’insondabile elemento che abbraccia l’Isola, nonché la Pen*sola, insomma la Terra».
La formula adottata per la presente performance, che vede coinvolti le studentesse del DAMS di Messina, è quella della stanza intesa quasi come unità strofica di una canzone unica ed eterogenea, dedicata all’immensa avventura dello scrittore messinese di cui ricorre nel ’22 il trentennale della morte.
Ogni stanza scandisce un aspetto non solo del testo di D’Arrigo, ma dell’immaginario multiforme ed epico da cui esso scaturisce e che esso ha rilanciato in misura così felice e suggestiva.
In scena: Mariarita Andronaco, Federica Giglia, Aurora Grasso, Lorena Pagano, Dario Tomasello

15/06/2022

🔹 Messina celebra per la prima volta in occasione del 𝗕𝗹𝗼𝗼𝗺𝘀𝗱𝗮𝘆!

La commemorazione, che si tiene annualmente il 16 giugno a ed in altre parti del mondo per celebrare lo scrittore James Joyce, quest'anno riveste particolare importanza, in occasione del centenario della pubblicazione della monumentale opera dell'autore irlandese.

La festività rievoca gli eventi dell'Ulisse, il suo romanzo più celebre, che si svolge a Dublino nella sola giornata del 16 giugno 1904.
In questa occasione è prevista una maratona di lettura in cui si alterneranno l'attrice 𝗖𝗿𝗶𝘀𝘁𝗶𝗮𝗻𝗮 𝗠𝗶𝗻𝗮𝘀𝗶 e le studentesse del DAMS Messina 𝗖𝗮𝗿𝗹𝗮 𝗔𝗻𝗮𝘀𝘁𝗮𝘀𝗶, 𝗡𝗼𝗲𝗺𝗶 𝗕𝗮𝗿𝗯𝗮𝘁𝗶, 𝗙𝗲𝗱𝗲𝗿𝗶𝗰𝗮 𝗚𝗶𝗴𝗹𝗶𝗮, 𝗟𝘂𝗱𝗼𝘃𝗶𝗰𝗮 𝗟𝗮𝗿𝗼𝗰𝗰𝗮, 𝗥𝗼𝘀𝘆 𝗣𝗶𝗮𝗻𝗲𝘁𝗮 𝗲 𝗦𝗮𝗿𝗮 𝗥𝗮𝗴𝘂𝘀𝗶.

L'iniziativa è organizzata dal Centro Studi Universiteatrali dell'Università Messina, diretto da 𝗗𝗮𝗿𝗶𝗼 𝗧𝗼𝗺𝗮𝘀𝗲𝗹𝗹𝗼, da Naxos Legge - Festival delle narrazioni, della lettura e del libro, diretta da 𝗙𝘂𝗹𝘃𝗶𝗮 𝗧𝗼𝘀𝗰𝗮𝗻𝗼 e dalla Rete , presidente 𝗚𝗶𝗴𝗶 𝗦𝗽𝗲𝗱𝗮𝗹𝗲 e con la collaborazione di (Gruppo FS).

🗓 16 giugno dalle ore 16:30
📍 Salone dei Mosaici - Stazione Marittima (Messina)
𝗜𝗻𝗴𝗿𝗲𝘀𝘀𝗼 𝗹𝗶𝗯𝗲𝗿𝗼 𝗳𝗶𝗻𝗼 𝗮 𝗲𝘀𝗮𝘂𝗿𝗶𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝗽𝗼𝘀𝘁𝗶

15/05/2022

10 tirocini per la produzione del cortometraggio dal titolo provvisorio Omayma

L'Associazione Arknoah di Messina, rappresentata dal presidente avv. Massimo Buttò, seleziona fino a 10 studenti iscritti allUniversità di Messina (Corso di laurea triennale in Turismo Culturale e Discipline della arti della musica e dello spettacolo o Corso di laurea magistrale in Turismo e spettacolo), per lespletamento di un tirocinio formativo finalizzato alla produzione di un cortometraggio dal titolo provvisorio Omayma, per la regia di Fabio Schifilliti, con riprese a Messina dall'8 all'11 giugno.
Il tirocinio si svolgerà secondo le seguenti fasi operative:
Creazione dei gruppi ed assegnazione ai reparti (regia, produzione, direzione della fotografia, scenografia, costumi);
Definizione piano individuale del tirocinio.

Professionisti del cinema guideranno le attività di tirocinio, che tra preproduzione e produzione corrisponderà a 50 ore di lavoro, equivalenti a 2 crediti formativi (CFU).
Requisiti indispensabili saranno: 1) la preparazione specifica sulle tematiche concernenti il cinema e i media; 2) l’ottima capacità relazionale e la determinazione; 3) la predisposizione al lavoro di gruppo ed in autonomia.

Le domande di partecipazione, provviste di dati anagrafici, corso di laurea frequentato e matricola, dovranno essere inviate dallindirizzo email personale, entro e non oltre le ore 12.00 del 23 maggio 2022, ai seguenti indirizzi email: [email protected] e [email protected] . Si raccomanda di allegare CV e una breve lettera motivazionale.
Lesito della selezione sarà comunicato allindirizzo e-mail dei candidati risultati vincitori della selezione.

15/05/2022

10 tirocini per la realizzazione del Catalogo multimediale del Fotogramma d’Oro Short Film Festival di Messina

La Federazione Nazionale Cinevideoautori (F.N.C.), organizzatrice del Fotogramma d’Oro Short Film Festival, rappresentata dal presidente pro tempore dr. Francesco Coglitore, seleziona fino a 10 studenti iscritti all’Università di Messina (Corso di laurea triennale in Turismo Culturale e Discipline della arti della musica e dello spettacolo o Corso di laurea magistrale in Turismo e spettacolo), per l’espletamento di un tirocinio formativo finalizzato alla realizzazione di un Catalogo multimediale composto da schede monografiche dedicate a registi le cui opere sono conservate nell’Archivio Digitale del Fotogramma d’Oro.
Il tirocinio si svolgerà secondo le seguenti fasi operative:
1) Creazione dei gruppi ed assegnazione dei registi oggetto di studio;
2) Visione dei cortometraggi e redazione delle relative recensioni;
3) Compilazione di una scheda monografica comprendente biofilmografia, note sullo stile dell’autore (il Cinema di … ) e recensioni delle opere visionate;
4) Elaborazione dell’introduzione al catalogo, con descrizione del lavoro svolto dai vari gruppi;
5) Composizione definitiva del catalogo, con assemblaggio delle singole schede.
Tutor esperti della materia coordineranno i lavori dei gruppi che svolgeranno attività sia individuali che collegiali.
Il tirocinio corrisponde a 75 ore di lavoro, equivalenti a 3 crediti formativi (CFU).
Requisiti indispensabili saranno: 1) la preparazione specifica sulle tematiche concernenti il cinema e i media; 2) l’ottima capacità relazionale e la determinazione; 3) la predisposizione al lavoro di gruppo ed in autonomia.

Le domande di partecipazione, provviste di dati anagrafici, corso di laurea frequentato e matricola, dovranno essere inviate dall’indirizzo email personale, entro e non oltre le ore 12.00 del 31 maggio 2022, ai seguenti indirizzi email: [email protected] e [email protected]. Si raccomanda di allegare CV e una breve lettera motivazionale.
L’esito della selezione sarà comunicato all’indirizzo e-mail dei candidati risultati vincitori della selezione.

08/05/2022

Il 9 e il 10 maggio, il Prof. Natale Spineto (Università degli Studi di Torino) terrà, presso il Centro Studi Universiteatrali (Via Concezione, 6), un seminario su Dionysos, la festa e il teatro di Atene.
Eminente studioso di Dionysos e del suo culto nel mondo antico, il prof. Natale Spineto esplorerà, in questi due giorni di seminario, la scaturigine dell'evento festivo e teatrale, ripercorrendo diacronicamente le questioni che rendono, in termini interdisciplinari, presente ed efficace la suggestione dionisiaca.
Natale Spineto insegna Storia delle religioni presso l’Università di Torino. Direttore della rivista internazionale «Historia Religionum», è membro del comitato scientifico di «Studi e materiali di storia delle religioni» e di «Storiografia». Nei suoi studi si è occupato di concetti quali mito, simbolo e festa, di problemi di religione greca classica e della nascita e dell’evoluzione della ricerca storico-religiosa in Europa. Ha indagato inoltre il pensiero di Mircea Eliade, curando la traduzione italiana di sue opere ed epistolari. Nel 2006 è stato insignito della decorazione “Centenar Mircea Eliade for the History of Religions”. Tra i suoi volumi recenti: Mircea Eliade storico delle religioni (Brescia 2006); La festa (Torino 2015); I simboli nella storia dell’uomo (Milano 2018).

04/05/2022

Venerdì alle 11.30 in Aula Magna seminario con Antonio Calbi, Sovrintendente della Fondazione Inda di Siracusa. Introduce Giuseppe Ministeri

22/04/2022

Appuntamento martedì prossimo con Fabio Tolledi (Astragali Teatro) per il seminario "Grotowski e l'Objective Drama"

12/04/2022

MESSINA. LE EREDITÀ DI CARLO QUARTUCCI

Presso il Palcoscenico del Teatro Vittorio
Emanuele, dal 19 al 20 aprile 2022, Il Centro Studi Universiteatrali dell'Università di Messina e Il Castello di Sancio Panza, in collaborazione con il Teatro Vittorio Emanuele di Messina e l'ERSU di Messina, organizzano, grazie al sostegno decisivo dell'Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana, l'incontro seminariale "Le eredità di Carlo Quartucci". Si tratta della prima tappa del progetto "In viaggio con Carlo Quartucci", articolato su quattro sedi universitarie (oltre Messina, Genova, Torino, Roma Tor Vergata) e destinato a celebrare uno dei più importanti artisti teatrali italiani contemporanei. Significativo appare come il Comitato Scientifico che coordina l'iniziativa (formato dai prof. Dario Tomasello, Armando Petrini, Livia Cavaglieri, Donatella Orecchia, Roberto Cuppone) abbia voluto intraprendere questo "itinerario", proprio a partire da Messina, città natale di Quartucci.
Nel progetto è coinvolto operativamente un team di studenti DAMS delle varie sedi universitarie che seguirà tutte le fasi di questa avventura umana e scientifica.

A Messina, saranno presenti Carla Tatò e Michelle Coudray, vedove di Quartucci e del pittore Kounellis. Notevole la presenza degli artisti previsti per testimoniare il retaggio quartucciano: nella prima giornata del 19 aprile interverranno il maestro Mimmo Cuticchio e il drammaturgo Spiro Scimone, il 20 aprile saranno presenti Michele Sinisi con Roberto Zorn Bonaventura e Alessio Bonaffini.

Carlo Quartucci (1938-2019) figlio d'arte di Angela Quartucci (Lina Maschietto) e Antonio Manganaro, nasce a Messina, segnalato dall'esperienza girovaga dei propri genitori.
Si trasferisce a Roma negli anni cinquanta, laddove debutta nel 1959 con Aspettando Godot di Beckett
Fonda il Teatro della Ripresa con alcuni tra i più straordinari interpreti della scena teatrale di quel periodo(da Leo De Berardinis a Rino Sudano)
Dagli anni Settanta sviluppa un sodalizio umano e artistico con Carla Tatò che lo condurrà ad attraversare esperienze decisive per la scena performativa internazionale
Nel 1986, una di esse (La zattera di Babele) approda a Erice in Sicilia dove costituirà un punto di riferimento magistrale per molti anni
Nel 2002, Quartucci riceve la laurea honoris causa in DAMS presso l'università di Torino
Nel novembre 2017, invitato a Messina da Dario Tomasello e Roberto Zorn Bonaventura, conduce con Carla Tatò un memorabile seminario aperto agli studenti e agli artisti del territorio.

30/03/2022

Il DAMS Messina partecipa al Festival La Sicilia delle Donne con un contributo sulla poesia di Jolanda Insana (Messina, 18 maggio 1937 – Roma, 27 ottobre 2016)

25/03/2022

Si svolgerà mercoledì 30 marzo alle ore 12.30, su teams e in diretta FB sulla pagina ufficiale dell’Ateneo, un webinar per la presentazione delle iniziative della XII edizione del Festival Internazionale del libro Taobuk per gli studenti Unime.

All’incontro interverranno il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, il Prorettore ai servizi agli studenti, prof.ssa Roberta Salomone, il prof. Francesco Pira, Delegato alla Comunicazione, il presidente Taobuk, dott.ssa Antonella Ferrara e il direttore esecutivo Taobuk, dott. Alfio Bonaccorso.

L’incontro ha lo scopo di presentare le attività di campus e stage che ogni anno si rivelano un efficace laboratorio per ragazzi con diversi background universitari ma con la medesima voglia di cimentarsi con un grande evento culturale internazionale. I partecipanti potranno svolgere attività di assistenza e guida a scrittori e giornalisti, assistere ed essere protagonisti di incontri con scrittori, giornalisti e attori. Il Festival provvederà alla copertura delle spese di ospitalità per gli studenti universitari che seguiranno gli eventi Taobuk.

21/03/2022

Appuntamento domani mattina

03/03/2022

PROSEGUE “IL DAMS IN SALA” CON UN FOCUS SU PASOLINI

Con un omaggio a Pier Paolo Pasolini nell’anno del centenario dalla nascita, prosegue la quinta edizione della rassegna cinematografica “Il DAMS in sala”. L’iniziativa – curata dal prof. Federico Vitella, docente di Storia del cinema presso il Dipartimento di Scienze cognitive dell’ateneo messinese, in collaborazione con il cinema IRIS di Messina e con la prestigiosa Cineteca di Bologna – intende riportare a Messina, sul grande schermo, i più importanti film della storia del cinema in edizione restaurata.

25/01/2022

PROSEGUE OGGI E DOMANI LA V EDIZIONE DELLA RASSEGNA “IL DAMS IN SALA” CON "NOSFERATU"

Con la proiezione del classico horror di Murnau Nosferatu (1922), prosegue la quinta edizione della rassegna cinematografica “Il DAMS in sala”. L’iniziativa – curata dal prof. Federico Vitella, docente di Storia del cinema presso il Dipartimento di Scienze cognitive dell’ateneo messinese, in collaborazione con il cinema IRIS di Messina e con la prestigiosa Cineteca di Bologna – intende riportare a Messina, sul grande schermo, i più importanti film della storia del cinema in edizione restaurata.

Tutte le proiezioni, che si terranno presso il cinema IRIS di Messina, saranno introdotte e commentate non solo dai docenti ma anche dagli studenti del DAMS, il corso di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell’ateneo messinese. I frequentanti dell’insegnamento di Storia del cinema del prof. Vitella metteranno così in pratica le competenze acquisite, nella convinzione che il miglior modo per consolidare un sapere sia quello di impiegarlo nella vita di tutti i giorni.

La rassegna ha il suo destinatario ideale negli stessi studenti dell’Università di Messina, di qualsiasi corso di laurea essi siano, ma è aperta pure alla cittadinanza, nella convinzione che sia quantomai urgente riannodare il filo con la grande cultura cinematografica del Novecento. Al tempo dello streaming di massa, nella congiuntura complicata in cui ci troviamo, vedere un film al cinema rischia di essere un’esperienza inattuale. Ma la sala cinematografica non è il museo del cinema, quanto il luogo deputato al consumo naturale del film. Questo, per i più giovani, non è più scontato.

Interverranno gli studenti e le studentesse: laria Lipari, Alice Soffia, Giovanna Manetto, Simonetta Pisano, Alessia Caridi, Martina Foti, Valeria di Brisco, Valeria Barbera, Marco Castiglia, Cristina Bonanno, Federica Repaci, Noemi Barbati, Carla Anastasi, Maria Luisa Cucinotta, Ludovica Larocca, Maria Chiara Morale

12/01/2022

Giovedì 13 gennaio, ore 15, su Teams si svolgerà il primo incontro propedeutico al casting per il corso di filosofia del cinema e delle arti performative 2021-22 del prof. Cicero su "Watchmen" di Alan Moore e Dave Gibbons - Per le matricole del Dams
Per ogni ulteriore informazione: [email protected]

25/11/2021

SEMINARIO SU CINEMA E MODA CON LA PROF.SSA EUGENIA PAULICELLI (CUNY)

Venerdì 26 novembre, alle ore 9.00, presso il CINELab “Alessandro Ferraù” del nostro Dipartimento si terrà un seminario dal titolo Cinema & Moda, organizzato dal prof. Federico Vitella.

L’iniziativa rientra nelle attività di disseminazione del PRIN 17 Il pollo ruspante. Il cinema e la nuova cultura dei consumi in Italia di cui il prof. Vitella è responsabile scientifico nazionale.

La prof.ssa Eugenia Paulicelli, docente pressa la City University of New York (CUNY) e punto di riferimento internazionale in materia di Fashion Studies, dialogherà con: Fabio Andreazza (Università di Chieti-Pescara), Federico Pagello (Università di Chieti-Pescara), Eleonora Sforzi (Università di Chieti-Pescara), David Bruni (Università degli studi di Cagliari), Mattia Cinquegrani (Università degli studi di Cagliari), Laura Busetta (Università degli studi di Messina), Francesco Parisi (Università degli studi di Messina), Angela Bianca Saponari (Università degli studi di Bari), Gabriele Landrini (Università degli studi di Bari), Federico Zecca (Università degli studi di Bari).

Photos from DAMS Messina's post 22/11/2021

"Federico Tiezzi e Il barbiere di Siviglia: una rappresentazione completamente nuova"

(Testo di Federico Ferrara e Federica Giglia)

Oggi le studentesse e gli studenti del DAMS di Messina hanno incontrato, in una sala del teatro Vittorio Emanuele di Messina, il celebre attore e regista di teatro Federico Tiezzi. Egli cura l’allestimento de “Il barbiere di Siviglia”, un melodramma buffo in due atti dell’illustre compositore Gioacchino Rossini, la cui prima andrà in scena venerdì 26 novembre. Il regista ci ha fornito una dettagliata spiegazione dell’Opera, soffermandosi su tre elementi fondamentali da lui chiamati “nuclei tematici”, per comprendere al meglio il significato.
Dopo aver fatto una premessa sul repertorio dell’Opera, andata in scena nel 1994 con una eccezionale compagnia di canto che però si basava su vari cliché e idee di personaggio che riprendevano altri allestimenti, il regista ha sottolinea la presenza di una nuova compagnia, fatta di giovani: un particolare che non passa assolutamente inosservato, poiché sia per il regista che per lo scenografo Pier Paolo Bisleri, è un elemento importante per lo sviluppo di un teatro che necessita di nuove forze e di nuovi stimoli. Essi, infatti, danno un maggiore impianto di prosa del tutto inedito. Non è mancato, ovviamente, il confronto con l’Opera originale di Beaumarchais, che presenta molte analogie con il libretto di Cesare Sterbini.
Come anticipato, Tiezzi si è soffermato sui nuclei tematici fondamentali per comprendere il significato dell’Opera. Il primo tra tutti, e non a caso è l’oggetto della trama, è il denaro concepito come motore delle vicende che si susseguono nella rappresentazione, poiché Figaro lo guadagna con la forza dell’ingegno e del proprio lavoro. A tratti può sembrare un elemento negativo, ma Rossini durante la prima del 1816 farà un discorso su ciò, spiegando che il denaro viene dall’intelligenza poiché è un prodotto che deriva dall’essere umano che lavora ed è motore dei fatti del mondo in maniera molto distinta.
Il secondo nucleo è quello del teatro nel teatro o comunemente detto metateatro, reso possibile con un inizio contemporaneo e una fine diversa dal tempo perché il fondale si alza e svela il teatro, il retro-palcoscenico che svela come funziona la macchina teatrale. Il pubblico così entra nel vivo grazie a questa operazione di infrangere la quarta parete.
Terzo e ultimo nucleo è l’importanza dello sguardo, costituito dallo spiare. Non è banale, anzi sembra essere un elemento importante poiché rispetta l’ambiente e i costumi di quell’epoca. Infatti, Tiezzi porta l’esempio delle tende alla veneziana utilizzate nella scenografia in modo tale che i personaggi possano vedersi e vedere ciò che fa l’altro. Menzione d’onore è stata fatta anche al celebre regista Giorgio Strehler, che è concepito da Tiezzi come il “massimo esempio di regia teatrale italiana”.
Verso la fine dell’incontro, sono intervenuti anche il regista collaboratore Francesco Torrigiani e lo scenografo Bisleri che hanno approfondito la riflessione sui nuclei tematici; in particolare Torrigiani ha analizzato la presenza femminile di Rosina definendola una sorta di “locandiera bis”, in riferimento al personaggio di Goldoni. Rosina non è una funzione come in Ophelia, che non è mai sé stessa se non quando impazzisce, bensì la donna si ribella alla sua funzione, per affermare il suo status indipendente all’interno della rappresentazione teatrale.
L’incontro si è concluso con una riflessione motivazionale rivolta ai giovani da parte di Bisleri, il quale ritiene che il teatro attuale debba guardare ai giovani per stimolare interesse e non solo. Dall’incontro di oggi, abbiamo ricavato spunti decisamente interessanti per comprendere la magia che solo il teatro può regalare, ossia quella di proiettare allo spettatore la propria realtà basandosi su ciò che vede, un effetto che naturalmente l’Opera in questione, evoca alla perfezione.

Vuoi che la tua scuola/universitàa sia il Scuola/università più quotato a Messina?

Clicca qui per richiedere la tua inserzione sponsorizzata.

Ubicazione

Sito Web

Indirizzo


Messina
98046
Altro College e università Messina (vedi tutte)
Tradizione classica e Archeologia del Mediterraneo - DICAM Unime Tradizione classica e Archeologia del Mediterraneo - DICAM Unime
Viale G. Palatucci 13
Messina, 98168

Pagina ufficiale del Corso di Laurea Magistrale in "Tradizione classica e archeologia del Mediterran

Centro di Pedagogia Religiosa "Don Giovanni Cravotta" Centro di Pedagogia Religiosa "Don Giovanni Cravotta"
Via Del Pozzo 43/C. P. 28
Messina, 98121

Il CPR – Centro di Pedagogia Religiosa “Giovanni Cravotta” è un ente di ricerca specializzat

Ei Point "Mea Civitas" di UniMercatorum Ei Point "Mea Civitas" di UniMercatorum
Via Mons. Francesco Bruno, Interstate. 372 N. 15/B
Messina, 98100

Centro qualificato d’orientamento per lo svolgimento di progetti didattici, educativi e formativi

IWCIA 2022 Messina - Italy, 13-15 July 2022 IWCIA 2022 Messina - Italy, 13-15 July 2022
MIFT Department, Messina University
Messina, 98166

IWCIA 2022: International Workshop on Combinatorial Image Analysis Messina (Italy), 13-15 July 2022

UniMe Student Ambassador Program UniMe Student Ambassador Program
Universita Degli Studi Di Messina
Messina, 98123

We are a division dedicated to the recruitment, internationalisation and guidance for the student co

ANSI Messina ANSI Messina
Corso Cavour, 79 UNIPEGASO MESSINA
Messina

ANSI Messina è accreditato per il conseguimento delle seguenti Certificazioni: - Dattilografia - Me

ABAM Accademia Belle Arti Messina ABAM Accademia Belle Arti Messina
Via Macello Vecchio, 1
Messina, 98122

Sviluppa il tuo talento Studia Media Design, Fashion, Design , Scenografia, Pittura, Scultura, Moda

Student Conference Scipog Unime Student Conference Scipog Unime
Piazza Pugliatti, 1
Messina, 98122

Il Dottorato in Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Messina organizza una Student Conf

CINELab “Alessandro Ferraù” - Università di Messina CINELab “Alessandro Ferraù” - Università di Messina
Dipartimento COSPECS, Via Concezione N. 6-8
Messina, 98121

Pagina dedicata alle iniziative del laboratorio multimediale CINELab (mediateca, sala cinematografic

Antropologia Messina - Labas Antropologia Messina - Labas
Via Bivona
Messina, 98122

Attività e iniziative del Laboratorio di Antropologia sociale del Dipartimento Cospecs (UniMessina)

Messanae Universitas Studiorum Messanae Universitas Studiorum
Messina, 98100

Informazioni e news dall'Università degli studi di Messina. #unime

Fondazione ITS Academy Albatros Fondazione ITS Academy Albatros
Viale Giostra N 2
Messina, 98121

ITS "Nuove Tecnologie per il made in Italy" sistema alimentare