Gustavo Piga

Gustavo Piga

Professore universitario
Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"

14/04/2017

I giornali si sono sperticati a raccontare, come d’altronde il Premier Gentiloni, di una manovra “espansiva”, semplicemente perché per il 2017 non è prevista che una manovrina di poco più di 3 miliardi di aggiustamento. Ma il DEF non riguarda il 2017, ma gli anni dal 2018 al 2020. E ben più appropriate appaiono al riguardo le parole del Ministro Padoan, che ha parlato di “una politica fiscale particolarmente stringente” che “fa parte degli accordi europei”. Ovvero del famigerato Fiscal Compact, l’accordo intergovernativo che stabilisce come, senza se e senza ma, il Governo italiano debba raggiungere in pochi anni il bilancio in pareggio.

http://www.gustavopiga.it/2017/il-cambio-di-passo-verso-la-fine-delleuropa/

Il cambio di passo, verso la fine dell'Europa | Gustavo Piga Il Documento di Economia e Finanza non è la stessa cosa della Legge di Stabilità. Questa traccia le decisioni del governo su spese e tasse per l’anno a ve**re; quello, così voluto dall’Europa, nasce per indicare ad imprese e famiglie il contesto economico di medio termine, 3-4 anni, all’interno del…

«Solo Renzi poteva salvarci dall’austerità. Ora serve una mobilitazione di popolo» 09/12/2016

La mia intervista su Linkiesta.

http://www.linkiesta.it/it/article/2016/12/08/solo-renzi-poteva-salvarci-dallausterita-ora-serve-una-mobilitazione-d/32662/

«Solo Renzi poteva salvarci dall’austerità. Ora serve una mobilitazione di popolo» Gustavo Piga, economista dell’Università di Roma Tor Vergata: «Alla fine dell’anno prossimo rischiamo che il fiscal compact finisca nei trattati europei. Renzi era l’unico che poteva evitarlo. Con un governo tecnico l’unica speranza sono manifestazioni che mobilitino le varie parti del Paese»

26/11/2016

Son ben conscio che una rivoluzione ha bisogno di un popolo. Cominciasse intanto il popolo degli economisti, alleandosi durante il prossimo anno per farla attivamente e concretamente. Perché? Per un semplice motivo: perché, fino a prova contraria, anche noi “abbiamo le mani libere”.

http://www.gustavopiga.it/2016/la-rivoluzione-del-2017-con-le-mani-libere-di-keynes/

La rivoluzione del 2017 con le mani libere di Keynes | Gustavo Piga Post Format 26 novembre 2016 La rivoluzione del 2017 con le mani libere di Keynes Ero al primo anno di Economia alla Sapienza. Arrivavo presto per tenere i posti. Finii per ascoltare, studente di I anno, le seconde ore di Fausto Vicarelli, docente del II anno. Cominciai ad innamorarmi dell’economia…

30/10/2016

Pesano i decimali, eccome se pesano. Così tanto da schiacciare un intero Continente.

http://www.gustavopiga.it/2016/quali-decimali-sembrano-piccoli-ma-alla-fine-pesano/

Quali decimali sembrano piccoli ma alla fine pesano? | Gustavo Piga Post Format 30 ottobre 2016 Quali decimali sembrano piccoli ma alla fine pesano? Ho letto l’articolo di Lorenzo Bini Smaghi, “I decimali sembrano piccoli ma alla fine pesano” sul Corriere della Sera. http://bit.ly/2f185Sv Due frasi mi hanno colpito e meritano un chiarimento. * “Se la BCE non avesse…

25/10/2016

Il mio pezzo di oggi sul Sole 24 Ore con Paolo De Ioanna.

http://www.gustavopiga.it/2016/1mo-gennaio-2018-rifondare-il-patto/

1mo gennaio 2018: rifondare il Patto | Gustavo Piga Post Format 25 ottobre 2016 1mo gennaio 2018: rifondare il Patto Il mio pezzo di oggi sul Sole 24 Ore con Paolo De Ioanna * L’esperienza di questi ultimi otto anni, a seguito della crisi finanziaria del 2008 che l’Europa ha finito per importare più intensamente degli Stati Uniti che l’avevano prodot...

Scommettiamo? Ecco il DEF di Renzi in anteprima | Gustavo Piga 24/09/2016

Scommettiamo? Ecco il DEF di Renzi in anteprima per voi. Con due opzioni, quella prevedibile e quella coraggiosa.

http://www.gustavopiga.it/2016/8526/

Scommettiamo? Ecco il DEF di Renzi in anteprima | Gustavo Piga Post Format 24 settembre 2016 Scommettiamo? Ecco il DEF di Renzi in anteprima Scommettiamo che? Tra pochissimi giorni il governo Renzi produrrà la Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza di aprile. Tutti attendono con ansia di conoscere i suoi piani sul deficit pubblico rispetto al…

19/09/2016

Perché anche se, come effettivamente è, il Fiscal Compact è un disegno conservatore liberista premeditato, esso è comunque destinato ad uccidere i suoi inventori, che sono dunque una banda di idioti patentati.

http://www.gustavopiga.it/2016/ecco-dimostrata-lidiozia-degli-inventori-del-fiscal-compact/

Ecco dimostrata l'idiozia degli inventori del Fiscal Compact | Gustavo Piga Post Format 18 settembre 2016 Ecco dimostrata l’idiozia degli inventori del Fiscal Compact Ora lo dice anche nella sua collana di lavori, la Banca Centrale Europea. http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/scpwps/ecbwp1964.en.pdf?460911353d5004828df6a821de823788 “Una comunicazione chiara a riguardo della po...

Renzi perderà le elezioni se non bloccherà il Fiscal Compact | Gustavo Piga 17/09/2016

Dal mio blog.

http://www.gustavopiga.it/2016/renzi-perdera-le-elezioni-se-non-blocchera-il-fiscal-compact/

Renzi perderà le elezioni se non bloccherà il Fiscal Compact | Gustavo Piga Post Format 17 settembre 2016 Renzi perderà le elezioni se non bloccherà il Fiscal Compact Vediamo di provare a riassumere l’evoluzione a partire dall’attuale stallo europeo con qualche ipotesi di dilemma strategico tra Germania ed Italia. Tante le assunzioni che farò, cambiatele a piacimento per tr...

11/09/2016

L’università, in Italia e quasi ovunque nel mondo, si sta aprendo alla multiculturalità. E’ un fenomeno ovviamente spinto da “fattori della domanda”: la globalizzazione, con l’abbattimento dei costi della distanza, da un lato, e la concorrenza degli altri atenei, dall’altro, ci spingono a rendere le nostre università più aperte.

Ma, più rilevante, ci sono “fattori dell’offerta”: in particolare, la voglia dei nostri Atenei di completarsi, perfezionarsi, migliorarsi proprio tramite una maggiore internazionalizzazione. Quest’ultima, tuttavia ci permette di fare di più: ci spalanca la porta verso il conseguimento di nuovi obiettivi, prima non alla nostra portata.

http://www.gustavopiga.it/2016/con-una-grande-responsabilita-un-grande-potere-per-luniversita-del-domani/

Con una grande responsabilità un grande potere per l'Università del domani | Gustavo Piga Post Format 11 settembre 2016 Con una grande responsabilità un grande potere per l’Università del domani Il mio intervento al Forum of University Managers in occasione del Giubileo. L’università, in Italia e quasi ovunque nel mondo, si sta aprendo alla multiculturalità. E’ un fenomeno ovviamente spi...

La spesa pubblica che salvò la Germania | Gustavo Piga 04/09/2016

Nell’accordo di Londra si legge che la sua filosofia fu quella di “contribuire allo sviluppo di una prospera comunità di nazioni”, tramite (mostrano i risultati) la possibilità di sfruttare il sacrificio dei creditori per la ripresa del benessere dei debitori, grazie all’aumento di spesa sociale (e infrastrutturale).

L’Europa di oggi ha negato in tutti modi un ruolo alla spesa pubblica perché ha rifiutato di voler diventare una prospera Comunità (con la C maiuscola) di nazioni. Ecco l’unico punto in comune con l’esito degli accordi di Londra: anche oggi abbiamo raggiunto i nostri obiettivi. Peccato siano stati perversi e non solidali.

http://www.gustavopiga.it/2016/la-spesa-pubblica-che-salvo-la-germania/

La spesa pubblica che salvò la Germania | Gustavo Piga Post Format 4 settembre 2016 La spesa pubblica che salvò la Germania Nel 1946, il reddito pro-capite tedesco era pari al 36% di quello britannico e al 60% di quello francese. Nel 1959, la Germania acciuffa la Francia e nel 1970 gli inglesi. Questo miracolo renano si ottenne con una crescita media de...

30/08/2016

Perché l'Irlanda non vuole i soldi dei contribuenti americani. dal mio blog.

http://www.gustavopiga.it/2016/in-quale-giardino-cadra-la-mela-irlandese/

In quale giardino cadrà la Mela irlandese? | Gustavo Piga Post Format 30 agosto 2016 In quale giardino cadrà la Mela irlandese? Affascinante questa storia di Apple. Ricapitoliamo: la Commissione non se la prende con Apple, ma con l’Irlanda. Non perché tassa poco le imprese sul suo territorio, l’Irlanda può fare quel che le pare al riguardo, ma perché è più...

24/08/2016

1% di PIL l’anno, 16 miliardi, per 10 anni.
Sono convinto che Renzi sia all’altezza di questa missione. Di costruire, oltre che ricostruire, un nuovo futuro per questo Paese.

http://www.gustavopiga.it/2016/dopo-la-ricostruzione-avviamo-la-costruzione/

Dopo la ricostruzione, avviamo la Costruzione | Gustavo Piga Post Format 24 agosto 2016 Dopo la ricostruzione, avviamo la Costruzione Ieri abbiamo scritto, prima della tragedia del terremoto, della necessità di rimettere mano agli appalti nelle costruzioni per ridare un senso di speranza a questo Paese e garantire occupazione a chi è meno tutelato, i lavorato...

La gara della vita per il Paese | Gustavo Piga 23/08/2016

Oh oh oh qualcuno si è accorto finalmente che gli appalti pubblici contano, che si sono bloccati e che fa male al PIL.

http://www.gustavopiga.it/2016/la-gara-della-vita-per-il-paese/

La gara della vita per il Paese | Gustavo Piga Post Format 23 agosto 2016 La gara della vita per il Paese Qualcuno si è accorto che se gli appalti diminuiscono il PIL crolla. E’ Lorenzo Codogno che correttamente afferma su Repubblica: “L’effetto positivo delle costruzioni, private e pubbliche, è amplificato da un elevato moltiplicatore, insomma…

19/08/2016

Se è vero che la corruzione va combattuta in Italia (ma, come è noto e come questo blog ha spesso ripetuto, ben più di questa dovremmo lottare ed investire per migliorare le competenze delle nostre stazioni appaltanti, la cui carenza è la vera fonte dello spreco di spesa pubblica), che gli stipendi dei carabinieri vanno alzati e che i fondi per la nostra cultura vanno stanziati invece che tagliati, è altrettanto vero che abbellire un luogo pubblico con opere d’arte non è uno spreco: è un’opportunità, anzi un investimento.

Rileggiamo il mito di Gige, nella Repubblica di Platone, e quello che Socrate ci insegna: qualche mela marcia non può intaccare il lavoro col sudore della fronte della maggioranza. Non possiamo smettere di costruire un mondo attorno a noi più bello e dignitoso solo perché qualcuno non sa fare altre battaglie se non quelle che gli fanno più comodo.

http://www.gustavopiga.it/2016/i-professionisti-dellanticorruzione-che-uccidono-il-paese/

I professionisti dell'anticorruzione che uccidono il Paese | Gustavo Piga Post Format 19 agosto 2016 I professionisti dell’anticorruzione che uccidono il Paese Un caso di corruzione e tangenti su un appalto, un’opera pubblica da rendere più bella e il problema degli stipendi incredibilmente bassi dei nostri uomini e donne dell’Arma de Carabinieri. Cosa c’entrano tra loro?...

18/08/2016

“L’Europa di Maastricht, pur con tutte le sue contraddizioni e esitazioni, è stata pensata dai suoi ideatori e realizzatori come un’alternativa alla globalizzazione selvaggia, che si predica e si pratica da oltre Atlantico, così come la predicò e la praticò l’Inghilterra dal 1820 al 1890. […] Un edificio, anche se non esteticamente eccelso […] eretto per difendere la ragionevolezza del sistema socio-politico europeo. […] Di unità monetaria, infatti, c’è assoluto bisogno perché non inizi e progredisca a velocità crescente l’opera di demolizione dell’unione doganale ed economica raggiunta in Europa con quarant’anni di sforzi”.

Marcello De Cecco, L’oro d’Europa, Donzelli, Roma 1999, p. 27.

Citazione estratta da “Marcello De Cecco 1939 – 2016” di Paolo Paesani.

http://www.gustavopiga.it/2016/moneta-e-bandiera-il-se-e-quando-degli-stati-uniti-deuropa/

Moneta e bandiera: il se e quando degli Stati Uniti d'Europa | Gustavo Piga Post Format 18 agosto 2016 Moneta e bandiera: il se e quando degli Stati Uniti d’Europa “L’Europa di Maastricht, pur con tutte le sue contraddizioni e esitazioni, è stata pensata dai suoi ideatori e realizzatori come un’alternativa alla globalizzazione selvaggia, che si predica e si pratica da oltre...

23/07/2016

Quando l’economia italiana ed europea avevano appena cominciato a riprendersi dalla prima recessione, nel 2010, ecco che nel 2011 ci siamo inventati il Fiscal Compact e la nostra economia è crollata all’indietro in una devastante seconda recessione. Ci manca solo che anche questa minuscola e insufficiente ripresina sia uccisa per la seconda volta dall’idiozia del terrorismo. Aboliamo il Fiscal Compact ora per combattere la paura e ridare forza e fiducia al nostro Paese.

http://www.gustavopiga.it/2016/abolire-il-fiscal-compact-per-combattere-la-paura/

Abolire il Fiscal Compact per combattere la paura | Gustavo Piga Post Format 23 luglio 2016 Abolire il Fiscal Compact per combattere la paura Gli effetti macroeconomici del terrore ci sono, malgrado la probabilità oggettiva che avvenga qualcosa nelle nostre vite sia molto minore di quella soggettiva. Dati e studi ce ne sono, anche di più di quanto non sospettassi...

20/07/2016

Oggi l’ultimo spiraglio si è chiuso e con esso è svanita la luce della speranza. Abbiamo perso per sempre la Turchia e poco vale consolarci con le barbarie e le violazioni dei diritti umani a cui assistiamo per dire “abbiamo fatto bene a non ammetterli”.

http://www.gustavopiga.it/2016/la-turchia-ed-il-muro-dei-quaquaraqua-europei/

La Turchia ed il muro dei quaquaraquà europei | Gustavo Piga Post Format 20 luglio 2016 La Turchia ed il muro dei quaquaraquà europei Perché è nato Erdogan? Rileggendo la sua recente affermazione, “per 53 anni abbiamo bussato alla porte dell’Unione europea e ci hanno lasciato fuori, mentre altri entravano” mi è tornata alla mente la mia lettera al Corriere de...

20/07/2016

Questo Governo non è diverso dagli altri, nella sua politica indifferente all'emorragia di giovani in fuga, via dalle nostre università verso quelle del resto del mondo. Si può arrestare questa emorragia? Certo, ma ci vuole la volontà politica di farlo, ci vogliono le risorse per farcela, ci vuole la competenza per non sbagliare. Il nostro destino è sempre nelle nostre mani.

http://www.gustavopiga.it/2016/lemorragia-dei-giovani-non-si-arresta/

www.gustavopiga.it

02/07/2016

Il prossimo voto austriaco è da temere più della Brexit.

L’incendio nel Cinema Europa, mentre guardiamo beoti il film romantico di un’Unione Europea di cartapesta, prende vigore. Dobbiamo scappare, trovare una Uscita di Sicurezza per l’Europa, non per l’Unione europea. Dobbiamo, come dice il mio amico Thierry Vissol della Commissione europea, coltivare l’europeità, non l’europeismo.

Ho preso in prestito l’espressione Uscita di Sicurezza da un grande scrittore (Ignazio Silone) che aiuta a spiegare bene il valore della solidarietà.

http://www.gustavopiga.it/2016/uscita-di-sicurezza-per-leuropa/

Uscita di sicurezza per l'Europa | Gustavo Piga Post Format 2 luglio 2016 Uscita di sicurezza per l’Europa Non è solo Brexit che preannuncia la fine dell’Europa. E’ il prossimo voto austriaco, forse più temibile ancora, figlio dell’intolleranza perché abbiamo creato con la nuova Costituzione europea fiscale una assoluta distanza da chi soffre. La...

Brexit? Figlia del Fiscal Compact che uccide l'Europa | Gustavo Piga 26/06/2016

Se Matteo Renzi vuole fare la cosa giusta, l’unica soluzione, e sottolineiamo unica, è quella di chiedere immediatamente una sospensione del Fiscal Compact. Tutto il resto vorrà dire che Matteo Renzi ha scelto di rappresentare ancora una volta la classe di elettori che non sente il dolore di questa crisi, sempre più minoritaria. Avrà scelto dunque di far morire l’Unione europea, ormai vicina all’ agonia, oltre ovviamente a se stesso, cosa meno rilevante.

http://www.gustavopiga.it/2016/brexit-figlia-del-fiscal-compact-che-uccide-leuropa/

Brexit? Figlia del Fiscal Compact che uccide l'Europa | Gustavo Piga Post Format 26 giugno 2016 Brexit? Figlia del Fiscal Compact che uccide l’Europa E così Brexit è avvenuta. Questo blog da più di 5 anni ha ricordato in tutti i modi possibili ed immaginabili come un’uscita di un primo “qualcuno” fosse sempre più vicina, e come questo evento era più che evitabile se…

Want your school to be the top-listed School/college?