Museo storico della Liberazione

Museo storico della Liberazione

Commenti

SGUARDI DI MEMORIA – inaugurazione mostra
Nell’ambito del programma “Memoria per il futuro”

A Palazzo Foppoli è aperta fino al 6 marzo la mostra “Sguardi di Memoria” con le opere dell’artista romano Georges de Canino, uno dei più importanti artisti ebrei contemporanei.
La mostra propone venti opere dell’artista Georges de Canino, che ritraggono i volti di bambini, giovani uomini e donne, realizzate con tecniche diverse pittura e collage, impiegando matita e forbice, immagine fotografica e pennello e parole in libertà, dalla resa molto suggestiva. Per lo più ritratti di persone le cui vite furono travolte dagli eventi della Shoah e che continuano ad essere esempi a cui guardare nella quotidiana battaglia per il riconoscimento dei diritti civili e umani.
“Sguardi di Memoria” è uno stimolo alla riflessione sulla Shoah, le discriminazioni, il dovere della Memoria e la Resistenza.
In questo momento tragico per l’Europa, che vede l’avvio di una guerra all’interno dei suoi stessi confini, la mostra assume una connotazione ancora più forte come “azione attiva della memoria” per realizzare un futuro di convivenza pacifica, fondato sul rispetto dei diritti umani, delle minoranze, degli esclusi, degli ultimi, degli “altri”, di tutti noi, non siano più violati.

Mostra organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tirano in collaborazione con:
Museo storico della Liberazione di Roma
Istituto di Istruzione Superiore "B. Pinchetti"
curatore e coordinatore del progetto: Prof. Simone Evangelisti

Con il patrocinio di:
Comunità Ebraica di Roma
Centro Internazionale Antinoo - Marguerite Yourcenar
Unione Cristiana Evangelica Battista d'Italia - UCEBI
Associazione Progetto Memoria
Istituto di Istruzione Superiore “Largo Brodolini” Pomezia
Una bella intervista-recensione di "Canzoni da viaggio collection" su Slowcult :Il lento fluire del sapere!
Parliamo del disco ma anche del nuovo videoclip "Roma città persa" girato da Valeria Taccone nel Museo storico della Liberazione della Capitale... buona lettura
Ludovica Valori Paolo Camerini

#musica #Resistenza #folkmusic #canzonepopolare #roma

🟨 Incontro al Museo storico della Liberazione nel quale si affronteranno i temi del nazionalismo, delle migrazioni e del colonialismo in Africa e nel Mediterraneo:
"Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi."

Con queste parole comincia la lapide ad ignomia, epigrafe di Piero Calamandrei che tante volte ci avete sentito nominare e a cui siamo molto legati.

Ieri con alcuni iscritti della nostra sezione abbiamo onorato quella "pietra", fatta con il "silenzio dei torturati più duro d'ogni macigno", visitando il Mausoleo delle Fosse Ardeatine e il Museo storico della Liberazione di via Tasso.

Sono ancora molte le emozioni, corrono veloci ed è difficile parlarne.

Sia alle Fosse Ardeatine che a via Tasso, abbiamo visto i volti di tutti: militari, carabinieri, gente comune, politici, sacerdoti, tutti. Un popolo intero, che ha lottato, che è stato massacrato ma ha vinto, anche e sopratutto col sacrificio. Lì c'è Roma, ci sono i suoi figli.

Quella pietra, quel silenzio, sono monolitici e, paradossalmente, producono un suono assordante.

La Resistenza, le infami repressioni, la violenza, la forza di volontà dei detenuti. È un'esperienza fortissima, dura e allo stesso tempo imperdibile, che nel prossimo periodo non mancheremo di condividere con più persone possibili sul nostro territorio.

Ora e sempre, Resistenza!
➡ Rivediamo insieme l'incontro di domenica di Monica Mondo con Antonio Parisella a #SOUL
Museo storico della Liberazione Editrice AVE Università LUMSA Associazione Nazionale Partigiani d'Italia - ANPI #liberazione
➡️Nell'onorare la memoria di chi lottò per la libertà dobbiamo anche ricordarci che non fummo tutti, noi italiani, “brava gente”. Dobbiamo ricordare che non scegliere è immorale.⬅️

Importantissime le parole pronunciate oggi dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi, al Museo storico della Liberazione di via Tasso!
Parole forti, di rottura degli schemi, parole di RESISTENZA!
Il Circolo Culturale “Saragat - Matteotti” non può che plaudire con entusiasmo al coraggio del Presidente Draghi!
La memoria non può e non deve morire!

Questo il suo discorso integrale al termine della visita:
«Vi ringrazio per avermi invitato, ma soprattutto per questa visita molto commovente. Si vede la sofferenza quotidiana di un popolo inerme, senza liberta', senza cibo, nel terrore. Attraverso queste foto, questi manifesti, questi allarmi, queste minacce. In questa ricorrenza, vi ringrazio veramente. Questo è un luogo simbolo della nostra memoria nazionale. Via Tasso evoca, anche nei ricordi familiari, l'orrore dell'occupazione nazista, la ferocia delle dittature. Nel momento in cui anche i musei riaprono, mi auguro che, con le necessarie precauzioni, molti giovani abbiano l'opportunità di visitare queste stanze, di conoscere le storie di tanti combattenti per la libertà che qui sono stati torturati e uccisi, di capire fino in fondo il senso del loro sacrificio. E di comprendere che, senza il loro coraggio, oggi non avremmo le libertà e diritti di cui godiamo. Libertà e diritti che non sono conquistati per sempre e non sono barattabili con nulla. Sono più fragili di quanto non si pensi».

«Non dobbiamo rivolgerci soltanto ai giovani ma a tutti i nostri concittadini. Perché il dovere della memoria riguarda tutti. Nessuno escluso. Assistiamo oggi, spesso sgomenti, ai segni evidenti di una progressiva perdita della memoria collettiva dei fatti della Resistenza, sui valori della quale si fondono la Repubblica e la nostra Costituzione. E a troppi revisionismi riduttivi e fuorvianti. Ecco perché questa ricorrenza non deve invecchiare, non deve subire l'usura del tempo. Nel conoscere in profondità la storia di quegli anni, del fascismo e dell'occupazione nazista, saremo più consapevoli dell'importanza dei valori repubblicani e di come sia essenziale difenderli ogni giorno. Constatiamo inoltre, con preoccupazione, l'appannarsi dei confini che la Storia ha tracciato tra democrazie e regimi autoritari, qualche volta persino tra vittime e carnefici. Vediamo crescere il fascino perverso di autocrati e persecutori delle libertà civili, soprattutto quando si tratta di alimentare pregiudizi contro le minoranze etniche e religiose».

«Il linguaggio d'odio, che sfocia spesso nel razzismo e nell'antisemitismo, contiene sempre i germi di potenziali azioni violente. Non va tollerato. E' una mala pianta che genera consenso per chi calpesta libertà e diritti - quasi fosse un vendicatore di torti subiti - ma diffonde soprattutto il veleno dell'indifferenza e dell'apatia. La senatrice Liliana Segre ha voluto che la scritta “Indifferenza” fosse messa all'ingresso del memoriale della Shoah di Milano per ricordarci che, insieme ai partigiani e combattenti per la libertà, vi furono molti che si voltarono dall'altra parte in cui - come dice lei - è più facile far finta di niente. Nell'onorare la memoria di chi lottò per la libertà dobbiamo anche ricordarci che non fummo tutti, noi italiani, “brava gente”. Dobbiamo ricordare che non scegliere è immorale per usare le parole di Artom. Significa far morire, un'altra volta, chi mostrò coraggio davanti agli occupanti e ai loro alleati e sacrificò sè stesso per consentirci di vivere in un Paese democratico».

«Ma è nella ricostruzione del presente, di un presente in cui il ricordo serve a dirci quel che non vogliamo ripetere, che avviene la riconciliazione. E' la ricostruzione basata sulla fratellanza, sulla solidarietà, sull'amore, sulla giustizia che porta alla riconciliazione». «Queste stanze che un tempo videro orrori da domani vedranno visitatori - speriamo anche molti giovani visitatori - che vogliono conoscere la storia d'Italia. E' per questo che sono molto contento di celebrare con voi la Festa della Liberazione in un luogo simbolo, si' del periodo più nero vissuto dalla nostra capitale, ma anche simbolo oggi della rinascita dell'Italia intera. Vi ringrazio».

https://www.lastampa.it/politica/2021/04/25/news/il-discorso-di-mario-draghi-in-occasione-del-25-aprile-1.40196452/amp/

#MuseoDellaLiberazione
#MarioDraghi
#25aprile
#25aprile2021
#Resistenza
#Antifascismo
#ANPI
#AnpiRoma
Associazione Nazionale Partigiani d'Italia - ANPI
ANPI Provinciale di Roma
#BellaCiaoInOgniCasa
#CircoloSaragatMatteottl
#Matteotti
#Matteotti2021
#MatteottiRoma
#CircoloMatteottiRoma
Le parole di Modestino De Angelis lette oggi, 25 aprile 2021, davanti al Presidente Draghi nei locali del Museo ...

“C’era una volta il 25 Aprile. Era una festa di popolo.
Io, ragazzo, insieme ai miei compagni, andavo sempre a San Giovanni. Nella piazza partecipavano gruppi di ogni tendenza e formazione: c’erano i partigiani, i garibaldini, i componenti della Matteotti e quelli di Giustizia e Libertà. Lì si riunivano tutti quelli che avevano combattuto contro i fascisti e i nazisti.
Io ho sempre vissuto la festa della Liberazione, come una festa di popolo ed è stato ed è un modo per ricordare. E’ molto importante che oggi non si perda questa grande verità: la democrazia in Italia si affermò proprio grazie alla lotta di liberazione. La nostra Costituzione nasce proprio da quella stagione e da quei fatti.
E adesso ?
Adesso dobbiamo costruire un modo diverso di ricordare la Liberazione perché i testimoni di quei fatti sono morti o stanno morendo.
Dobbiamo riscoprire la Carta Costituzionale perché sembra che se ne sia perso il senso, mentre quel documento è una cosa viva … ci parla. Oggi più che mai vale la lezione di Piero Calamandrei che, nel suo discorso sulla Costituzione del 1955 disse: “La libertà è come l’aria e ci si accorge di quanto vale solo quando comincia a mancare”.
E’ un errore leggere gli articoli della nostra Costituzione riferendoli agli eventi dell’attualità dei nostri giorni o interpretandoli secondo le gioie o le amarezze degli ultimi risultati elettorali.
Il nostro atteggiamento verso la Costituzione della Repubblica non deve essere miope, ma presbite e … dobbiamo guardare lontano, per un futuro migliore per tutti.”
Modestino DE ANGELIS

... e, nel video, il canto improvvisato di una Bella Ciao che è stata cantata dai presenti con il cuore proprio davanti al museo dopo che il Presidente Draghi si era allontanato.

NOTA: Modestino è il figlio di uno dei trucidati alle Fosse Ardeatine (Gerardo) e ancora oggi a 90 anni frequenta il museo come volontario

Uno dei luoghi più importanti della memoria dell'oppressione nazista in Europa (Moni Ovadia). Realizzato nell'ex carcere nazista. La foto del 1944 elaborata dal grafico Alberto Lecaldano

Il Museo Storico della Liberazione è stato allestito nei locali dell’edificio che, nei mesi dell’occupazione nazista di Roma (11 settembre 1943 – 4 giugno 1944), venne utilizzato come carcere dal Comando della Polizia di sicurezza e del Servizio di sicurezza nazisti. Le celle di detenzione, che allora occupavano l’intero stabile mentre ora soltanto due dei quattro appartamenti destinati a museo, s

Normali funzionamento

13/04/2018

SABATO E DOMENICA APERTURA DALLE ORE 9:30 ALLE ORE 20:00
In base ai nuovi orari, il Museo storico della Liberazione resterà aperto anche nelle giornate di sabato e domenica dalla ore 9:30 alle ore 20:00 (ultima entrata ore 19:15). Pausa pranzo dalla ore 13:15 alle ore 14:15.
Ricordiamo che l'ingresso è libero come pure l'uso delle audioguide. Tuttavia saranno graditi contributi volontari per il sostegno del Museo da versarsi nella apposita cassetta.

finestresullarte.info 10/04/2018

Grave e clamoroso in Sicilia. Museo di Siracusa vende pezzi della propria collezione per non chiudere

finestresullarte.info Siracusa, il Museo del Papiro rischia la chiusura per il dimezzamento dei fondi regionali, e per autofinanziarsi mette in vendita pezzi della propria collezione.

09/04/2018

IL 25 APRILE E' L'UNICO GIORNO PER CUI NON SI ACCETTANO PRENOTAZIONI DI GRUPPI

08/04/2018

International Coalition of Sites of Conscience

Past to Present, Memory to Action www.sitesofconscience.org

08/04/2018

Lazio - Coordinamento Regionale di ICOM Italia

Per eventuali segnalazioni, contattare l'amministratore di pagina: [email protected]

06/04/2018

MEMORANEA 133 mete per i vostri brevi viaggi di primavera-estate

28/03/2018

NUOVO ORARIO AL MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE

A partire da martedì 3 aprile 2018 il Museo storico della Liberazione realizzerà uno degli obiettivi che perseguiva da tempo. Infatti sarà aperto sette giorni su sette e con orario continuato dalle ore 9:00 alle ore 20:00 (ultima entrata ore 19:15), salvo breve pausa per pranzo dalle ore 13:15 alle ore 14:15.

MUSEO DI VIA TASSO:
IL RISULTATO DI UNA LUNGA LOTTA.
IL MINISTRO FRANCESCHINI MANTIENE LA PROMESSA

Quando il ministro Dario Franceschini era venuto a fare visita al Museo storico della Liberazione il 5 giugno, in occasione del 60° anniversario dell’inaugurazione, lo avevamo ringraziato e lui ci aveva risposto: “Io sono un ministro che mantiene le promesse e, vedrà, tra breve manterrò l’altra promessa”. Si riferiva all’adeguamento del contributo ministeriale per il funzionamento del Museo e alla sua corresponsione annuale diretta.
Ora, con lettera della Direzione generale dei Musei, Servizio I, il MIBACT ha comunicato al Museo storico della Liberazione che l’art. 1, comma 352 della legge 28 dicembre 215 n. 208 (legge di stabilità) ha autorizzato la spesa di 100.000 € per il funzionamento del Museo a partire dall’esercizio 2016. In tal modo, dopo circa un ventennio, si ripristina il meccanismo del finanziamento diretto (senza passare attraverso una contraddittoria procedura concorsuale) e stabilito un importo che è adeguato alle necessità. del funzionamento. Ora, per precisa volontà del ministro (che per due volte aveva tentato di realizzare l’obiettivo con emendamenti quando era capogruppo del PD) , la battaglia da noi condotta dal 2001 può considerarsi vinta, anche grazie al sostegno degli amici che non è mai venuto meno.
Se i contributi degli amici, delle scuole, della Regione Lazio e di Roma Capitale continueranno a sostenerci, potremo ogni anno con essi riprendere l’attività scientifica, l’attività editoriale, premi e borse di studio, ecc… per svolgere in maniera ancora più incisiva il nostro ruolo istituzionale.

28/03/2018

NUOVO ORARIO AL MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE

A partire da martedì 3 aprile 2018 il Museo storico della Liberazione realizzerà uno degli obiettivi che perseguiva da tempo. Infatti sarà aperto sette giorni su sette e con orario continuato dalle ore 9:00 alle ore 20:00 (ultima entrata ore 19:15), salvo breve pausa per pranzo dalle ore 13:15 alle ore 14:15.

25/03/2018

FIVL Federazione Italiana Volontari della Libertà

Siamo lieti di aver scoperto questa pagina della FIVL. Da quando da essa si separò l'Associazione partigiani cristiani, praticamente non abbiamo avuto più notizie e, nonostante le sollecitazioni, non abbiamo mai ottenuto che designassero il loro rappresentante nel comitato del Museo storico della Liberazione, pur previsto dalla legge istitutiva. Speriamo in una inversione di tendenza

FIVL

25/03/2018

ATTENZIONE !!! DOMENICA 1 E LUNEDI' 2 APRILE IL MUSEO SARA' CHIUSO

17/03/2018

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-6c6239a5-dbf6-4b0c-bb49-23a48302b3d9.html

17/03/2018

AgCult

È stato presentato questa mattina nella sede del ministero dei Beni culturali il museo diffuso – e virtuale – “Memoranea”, un viaggio da Catania a Bolzano tra oltre 130 musei della Resistenza e della guerra di liberazione. Presenti, tra gli altri, Antonio Lampis (direttore generale musei del Mibact), Paolo Masini (vicepresidente del museo della Shoah), Adriano Sorba (coordinatore del progetto informatico) e Antonio Parisella (presidente del Museo storico della Liberazione). MiBACT Antonio Lampis Antonio Parisella Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

16/03/2018

GOCCE DI MEMORIA

16/03/2018

AgCult

È stato presentato questa mattina nella sede del ministero dei Beni culturali il museo diffuso – e virtuale – “Memoranea”, un viaggio da Catania a Bolzano tra oltre 130 musei della Resistenza e della guerra di liberazione. Presenti, tra gli altri, Antonio Lampis (direttore generale musei del Mibact), Paolo Masini (vicepresidente del museo della Shoah), Adriano Sorba (coordinatore del progetto informatico) e Antonio Parisella (presidente del Museo storico della Liberazione). MiBACT Antonio Lampis Antonio Parisella Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

13/03/2018

Nasche ViBiA, l'archivio virtuale delle vittime delle Fosse Ardeatine

Promosso e realizzato grazie anche alla collaborazione scientifica del Museo storico della Liberazione

web.uniroma2.it Venerdì 23 marzo, ore 10:00 - Sala conferenze Archivio Storico della Presidenza della Repubblica, Palazzo Sant'Andrea - Via del Quirinale 30, Roma

26/02/2018

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

Un viaggio interessante negli oltre 130 musei della Resistenza e della guerra in Italia

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione
Valorizzazione e la divulgazione della conoscenza e della memoria degli eventi

corriere.it 12/02/2018

Morto Giuseppe Galasso, aveva 88 anni

Onore alla memoria del - forse - più grande storico italiano della seconda metà del XX secolo

corriere.it Meridionalista, politico, difensore dell’ambiente, scrisse la «Storia del Regno di Napoli». Studioso di statura europea, era stato deputato del Partito repubblicano. Aveva 88 anni

romeguide.it 02/02/2018

Domenica al Museo. La prima domenica del mese ingresso gratuito nei musei statali Musei statali...

IL MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE ADERISCE ALL'INIZIATIVA DEL MIBACT PER L'APERTURA DELLA PRIMA DOMENICA DEL MESE E DOMENICA 4 FEBBRAIO SARA' APERTO DALLE 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:30. INGRESSO - COME SEMPRE- GRATUITO, CON AUDIOGUIDE IN 4 LINGUE

romeguide.it La prima domenica del mese ingresso gratuito nei musei statali in tutta Italia. Si comincia domenica 6 luglio 2014. Domenica 6 luglio i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente. E’ la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio, c…

02/02/2018

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

DAL 1 FEBBRAIO E ATTIVO www.memoranea.it.
Una realizzazione del Museo storico della Liberazione, promosso dallaPresidenza del Consiglio e messo in opera con la collaborazione del CEntro studi Movimenti-Parma e il sostegno del MIUR e del MIBACT

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione
Valorizzazione e la divulgazione della conoscenza e della memoria degli eventi

02/02/2018

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

DAL 1 FEBBRAIO E ATTIVO www.memoranea.it.
Una realizzazione del Museo storico della Liberazione, promosso dallaPresidenza del Consiglio e messo in opera con la collaborazione del CEntro studi Movimenti-Parma e il sostegno del MIUR e del MIBACT

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione
Valorizzazione e la divulgazione della conoscenza e della memoria degli eventi

02/02/2018

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione

DAL 1 FEBBRAIO E ATTIVO www.memoranea.it.
Una realizzazione del Museo storico della Liberazione, promosso dallaPresidenza del Consiglio e messo in opera con la collaborazione del CEntro studi Movimenti-Parma e il sostegno del MIUR e del MIBACT

Memoranea Museo Virtuale della Resistenza e della lotta di Liberazione
Valorizzazione e la divulgazione della conoscenza e della memoria degli eventi

02/02/2018

Radio Radicale

Il video della conferenza stampa di presentazione dell’appello unitario Mai più Fascismi, tenutasi stamattina al Museo storico della Liberazione di Roma. Sono intervenuti: @Antonio Parisella (presidente del Museo della Liberazione), Carla Nespolo (presidente dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia), Roberto Rossini (presidente nazionale delle Acli - Associazioni cristiane lavoratori italiani), Francesca Chiavacci (presidente nazionale dell'Arci nazionale), Don Luigi Ciotti (presidente di Libera Contro le Mafie e del Gruppo Abele Onlus), Susanna Camusso (segretario generale della CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro).

02/02/2018

Istituto Alcide Cervi

"Nel luogo che ha visto il martirio di tanti antifascisti, al Museo storico della Liberazione in via Tasso a Roma, si è tenuta stamattina la conferenza stampa di presentazione dell'appello “Mai più fascismi” per la raccolta delle firme tra tutti i cittadini.
Ero presente per l'Istituto Cervi.
La firma esprime la consapevolezza di quanto è costata la democrazia. Esserci, oggi come ieri, è il nostro dovere morale. Perchè sia fermato e sciolto ogni tentativo di ritorno del fascismo.
A Casa Cervi si può firmare,
e anche online al link: goo.gl/4zL91Y "

Albertina Soliani, Presidente Istituto Alcide Cervi

02/02/2018

Radio Radicale

Il video della conferenza stampa di presentazione dell’appello unitario Mai più Fascismi, tenutasi stamattina al Museo storico della Liberazione di Roma. Sono intervenuti: @Antonio Parisella (presidente del Museo della Liberazione), Carla Nespolo (presidente dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia), Roberto Rossini (presidente nazionale delle Acli - Associazioni cristiane lavoratori italiani), Francesca Chiavacci (presidente nazionale dell'Arci nazionale), Don Luigi Ciotti (presidente di Libera Contro le Mafie e del Gruppo Abele Onlus), Susanna Camusso (segretario generale della CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro).

22/01/2018

GIORNO DELLA MEMORIA
il 27 e 28 gennaio il Museo sarà aperto mattina e pomeriggio

20/01/2018

Studiare al Museo

PER NON DIMENTICARE GIULIO REGENI

Il Museo storico della Liberazione offre la possibilità di accedere contestmente alla biblioteca, archivio storico, mediateca e altre collezioni

20/01/2018

PER COMUNICARE CON IL MUSEO
USARE [email protected] e www.museoliberazione.it

siusa.archivi.beniculturali.it 12/01/2018

SIUSA - Museo storico della liberazione

http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=cons&Chiave=17017
PER CONOSCERE CIO' CHE C'E' E CIO' CHE NON C'E' NELL'ARCHIVIO DEL MUSEO

siusa.archivi.beniculturali.it SIUSA - Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche si propone come punto di accesso primario per la consultazione e la ricerca del patrimonio archivistico non statale, pubblico e privato, conservato al di fuori degli Archivi di Stato.

06/01/2018

Fp Cgil INPS - Roma Lazio

05/01/2018

Discorso sulla Costituzione di Piero Calamandrei, 26 gennaio 1955

https://www.youtube.com/watch?v=2j9i_0yvt4w&feature=share

05/01/2018

5 gennaio 2018 visita della prsidente ella Camera dei deputati Laura Boldrini per i 70 anni dall'entrata in vigore della Costituzione nata dalla Resistenza

05/01/2018

Fp Cgil INPS - Roma Lazio

Un successo l'iniziativa "Un Natale dalla parte della Storia" organizzata dalla FP CGIL della Direzione Generale INPS. Grande partecipazione alla sottoscrizione in sostegno del Museo Storico della Liberazione di Via Tasso - sono stati raccolti € 785,00. I fascismi, vecchi e nuovi, si combattono anche con la cultura. Natale Di Cola Oreste Claudio Ciarrocchi Museo storico della Liberazione

27/12/2017

VIA TASSO: UNO DEI LUOGHI DOV'E' NATA LA COSTITUZIONE

27 DICEMBRE 1947: LA COSTITUZIONE VIENE PROMULGATA. 1° GENNAIO 1948: LA COSTITUZIONE ENTRA IN VIGORE.
"Quanto sangue e quanto dolore per arrivare a questa costituzione! Dietro a ogni articolo di questa costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi, caduti combattendo, fucilati, impiccati, torturati, morti di fame nei campi di concentramento, morti in Russia, morti in Africa, morti per le strade di Milano, per le strade di Firenze, che hanno dato la vita perché la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa carta. Quindi, quando vi ho detto che questa è una carta morta, no, non è una carta morta, questo è un testamento, un testamento di centomila morti.
Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra costituzione." (Piero Calamandrei 1955)

24/12/2017

IL MUSEO SOSTIENE CHIUNQUE LOTTI PER LA DIGNITA' DELLA PERSONA UMANA

veleia.it 17/12/2017

AGER VELEIAS

http://www.veleia.it/nws-31-viaggio_all_interno_del_sepolcro_dei_vivi_scritture_murali_in_carceri_italiane_dell_et_moderna#.WjZNwvDibIU

SCRITTE CARCERARIE. UNA RASSEGNA DA ALTRI LUOGHI

veleia.it Viaggio all'interno del "Sepolcro dei Vivi": scritture murali in carceri italiane dell'età modernaAlice Setti["Ager Veleias", 3.12 (2008)]Nel 1888 Cesare Lombroso pubblicava a Torino i "Palimsesti del carcere" [1]: si trattava di un originale e singolare studio criminologico che si avvaleva di tutt...

Ubicazione

Digitare

Prodotti

esposizione museale, archivio, biblioteca, mediateca, editoria

Telefono

Indirizzo


Via Tasso 145
Rome
00185

Orario di apertura

Martedì 09:00 - 19:30
Mercoledì 09:00 - 12:30
Giovedì 09:30 - 19:30
Venerdì 09:00 - 12:00
Sabato 09:45 - 12:00
Domenica 09:00 - 20:00

Altro Istruzione Rome (vedi tutte)
Obiettivo Psicologia Obiettivo Psicologia
Via Albano 11
Rome, 00179

La Web Community degli psicologi, psicoterapeuti e studenti di psicologia

Running Academy Running Academy
Via Degli Scialoja, 18
Rome, 00196

A febbraio torna il corso Comunicazione, Lobby e Politica

ELSA Roma ELSA Roma
Viale Gorizia 17
Rome, 00198

To contribute to legal education, to foster mutual understanding, to promote social responsibility of law students and young lawyers.

Ingegneria energetica Ingegneria energetica
Via Del Boschetto 65
Rome, 00184

Energia Energetica per un futuro sostenibile.

Scuola Marziale Ho Sin Sul - Taekwondo Scuola Marziale Ho Sin Sul - Taekwondo
Largo S.Giorgio 4 - Acilia (Roma)
Rome, 00125

A partire da Settembre 2016, si iniziano i nuovi Corsi di HoSinSul - Difesa Personale Saremo presso i locali della Parrocchia S.Giorgio di Acilia

Diritto & Salute Mentale Diritto & Salute Mentale
Rome

Le belve, se un giorno dovranno giudicare gli uomini, porteranno come atto di accusa contro di noi la ferocia degli uomini sani contro i folli. (Bruno Cassinelli, Storia della pazzia, dall'Oglio, Milano, 1964)

PNL & Sanità, Programmazione Neuro Linguistica e Sanita. Medico paziente PNL & Sanità, Programmazione Neuro Linguistica e Sanita. Medico paziente
Rome, 00100

PNL e medicina, PNL e formazione in sanità, relazione sanitario-paziente, rimuovere blocchi psichici e aiutare i pz. a vivere meglio la propria patologia

Tuttoasroma.it Tuttoasroma.it
Stadio Olimpico
Rome, 00196

IL SITO: http://tuttoasroma.it ASCOLTA LA RADIO: http://www.tuttoasromaradio.it/ LA TV: https://www.youtube.com/user/CUCSLEGENDTV

MisSafe - Antiaggressione Femminile MisSafe - Antiaggressione Femminile
Rome, 00159

Your Next Safety Level..

Grafica & Lettering Grafica & Lettering
Rome, 00165

Lettering e calligrafia per comunicazione, brand identity e cinema. Clienti: 007 James Bond - EON P

Language Point - Summer Camps Language Point - Summer Camps
Rome, 00063

A fantastic experience, please join our group!

TEFL Rome TEFL Rome
Via Ennio Quirino Visconti, 20
Rome, 00193